Esercizi a casa,  video e premi per i vivai
Stadi chiusi, deserti anche i campi di periferia

Esercizi a casa,

video e premi per i vivai

Calcio. Le società del territorio non si sono lasciate abbattere, il Calolzio manda i compiti ogni cinque giorni. La battaglia contro il virus come una partita. Al Missaglia Maresso video con i fondamentali, via col palleggio

Il calcio, anche ai tempi del coronavirus, è uno degli strumenti più aggreganti che ci possa essere.

Campi deserti, come è giusto che sia, ma la voglia di “fare squadra” non manca di certo ed ecco quindi che dalle mura dello spogliatoio si è passati alla testiera degli smartphone e a quella dei computer. Tante infatti le società che si sono attivate attraverso i propri canali social per promuovere iniziative e messaggi che consentano a tutti i ragazzi, dalle prime squadre alle giovanili, di continuare a restare in contatto vivendo, seppur in modo diverso, quella che è la loro grande passione. Una delle iniziative più interessanti l’ha messa in atto il settore giovanile del Calolziocorte grazie al suo responsabile Roberto Amoroso.

In una lettera inviata a tutti i suoi ragazzi, Roberto scrive: «Ho pensato a farvi divertire a casa, rimanendo in contatto. Vi spiego meglio... Mi piacerebbe che ogni atleta si esercitasse in un determinato esercizio che verrà proposto ogni cinque giorni e postasse il proprio video sui nostri gruppi. Logicamente chi effettuerà meglio l’esercizio verrà premiato. Quindi si avranno quattro giorni per esercitarsi e l’ultimo sarà dedicato alla pubblicazione del video migliore che farete». Un modo simpatico per continuare a vivere lo sport come condivisione.

Tutti i dettagli nell’ampio servizio della pagina speciale dedicata al calcio, su ”La Provincia di Lecco” in edicola venerdì 13 marzo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA