È Crocetti il bomber  Il Lecco ha arruolato  Marcone e Malvestiti
Mattia Malvestiti lascia Olginate per accasarsi al Lecco (Foto by foto cardini)

È Crocetti il bomber

Il Lecco ha arruolato

Marcone e Malvestiti

L’attaccante, 33 anni, ha precedenti in serie A. Con lui anche un esterno ’98 e il difensore dell’Olginatese. Gonzaga è possibilista : «Per me il mercato va avanti»

Si chiama Lorenzo Crocetti ed è, finora, l’acquisto più importante della Calcio Lecco “new edition”. L’attaccante, che il 20 di questo mese compirà 33 anni, è il nuovo punto di riferimento dell’attacco bluceleste.

Ha firmato ieri pomeriggio alle 16 e oggi sarà a disposizione di mister Stefano Cuoghi nell’allenamento di rifinitura allo stadio. Sempre oggi sarà presentato alla stampa. Per chi non lo conoscesse Crocetti è un bomber fiorentino che ha al suo attivo tre presenze in serie A con Fiorentina (1) e Perugia (2). Dieci le presenze nella B svizzera con il Lugano.

E ben 283 tra C1 e C2, a partire dal Vis Pesaro stagione 2003/2004 per finire con il San Marino nel 2013/14 (in C1 22 presenze e 3 gol). In mezzo, Cittadella (C1), Pergocrema (C1 e C2), Pro Sesto (C1), Varese (C2), Bassano (C2), Lucchese (C1), Casale (C1), Mendrisio (C svizzera).

Ma non è il solo arrivo di questa chiusura del mercato “col botto”. Insieme a lui è arrivato anche l’atteso 1998, visto l’infortunio del giovane Disarò e le non perfette condizioni di Filippo Cioffi. Si tratta di Alessio Marcone, classe 1998 appunto, esterno della Pro Patria. Non sarebbe una sua scelta, invece, ma l’ha approvata di buon grado, quella dell’arrivo di Mattia Malvestiti dall’Olginatese che, pur essendo un 1997, ha al suo attivo 18 presenze in due campionati. Tenendo conto del brutto infortunio patito ormai tre stagioni fa, si tratta comunque di un buon bagaglio.

Mercato terminato? Non proprio. «Per me il mercato va avanti» ha dichiarato ieri il diesse Gonzaga. Il che vuol dire “largo agli svincolati” che sono centinaia. Infatti, ufficialmente, il mercato dei non svincolati si è chiuso ieri sera alle 19.


© RIPRODUZIONE RISERVATA