E Besana va sempre più veloce

Nei 60 ostacoli ha stabilito il terzo miglior tempo di sempre tra le Under 23
«I miei obiettivi? Sono molto superstiziosa, non dico mai dove voglio arrivare».

E Besana va sempre più veloce
Veronica Besana, dell’Atletica Colombo, sabato ha fatto il primato personale, sociale e regionale con 8’’20

Specialista degli ostacoli dell’Atletica Lecco Colombo Costruzioni, Veronica Besana, classe 2002 di Barzago, si è confermata nelle prime gare indoor del nuovo anno una delle maggiori promesse dell’atletica nazionale. Due gli appuntamenti che l’hanno vista protagonista a gennaio nell’impianto di Ancona e un crescendo di prestazioni che l’ha portata a correre sabato scorso i 60 ostacoli in 8”20, nuovo primato personale, terzo tempo italiano di sempre a livello Under 23 e nuovo record sia regionale che sociale nella specialità.

Soddisfatta

«Devo ammettere di essere molto contenta di come ho iniziato il 2023 – racconta Veronica -, rispetto all’anno scorso è cambiata la preparazione invernale, perché nel novembre 2021 mi ero trasferita a Roma e questo mi aveva fatto perdere metà della preparazione. Stavolta l’ho fatta completa». Completa, ma con un paio di intoppi: «Oltre alla classica influenza, ho accusato una lesione di primo grado al bicipite femorale e quindi c’è stato un momento in cui qualche dubbio è arrivato. Fortunatamente sono riuscita a recuperare molto bene e già dalla prima gara si è visto che questa preparazione dava i suoi frutti. Partivo con un tempo di 8”31, l’ho abbassato prima a 8”27 e nella gara di sabato a 8”20 che è un ottimo tempo per essere al secondo anno da Promessa».

La crescita

La sua è una carriera in costante crescita. Messasi in luce nell’Atletica Cassago, si è poi consacrata con i colori gialloblù dell’Atletica Lecco, arrivando anche a vestire la maglia della nazionale e iniziando a fare incetta di medaglie ai Campionati italiani, sia indoor che all’aperto. Ci si aspetta quindi un grande 2023 da parte sua, che preferisce però non svelare i piani in termini di risultati: «Sono molto superstiziosa, per cui non dico mai che obiettivi ci siamo posti io e la mia allenatrice Veronica Borsi. Sono fattibili, alcuni più difficili e altri meno, ma non voglio dire di più. In generale cercherò di abbassare sempre di più i tempi e fare bene ai tricolori, sia assoluti che di categoria».

E intanto prosegue la sua avventura a Roma, inserita in un progetto delle Fiamme Gialle che mira a far crescere i migliori giovani dell’atletica italiana. «Ormai è più di un anno che sono qui e mi sto trovando veramente benissimo – spiega Besana -, a partire dalla mia allenatrice, che oltre a essere brava e competente, mi sta facendo quasi da seconda mamma. Sono contenta che questo progetto prosegua anche in questa stagione perché c’è l’ambiente ideale per migliorarsi giorno dopo giorno».

Ora testa ai prossimi imminenti impegni, con Ancona come quartier generale: «I principali saranno tutti lì. Sabato c’è un meeting internazionale a invito, sono stata invitata a partecipare e lo faccio con molto piacere. Il primo fine settimana di febbraio sarò invece ai Campionati italiani Promesse, ovvero Under 23, e poi il grande appuntamento ai tricolori Assoluti del 18 e 19 febbraio. Nel mezzo potrebbe esserci qualche altra gara, magari all’estero» conclude la giovane ostacolista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA