D’Agostino: «Bene così compatti  E bravi a non concedere nulla»
Sullo sfondo, mister D’Agostino osserva Capogna in fase di ripiego

D’Agostino: «Bene così compatti

E bravi a non concedere nulla»

Le parole del mister del Lecco dopo il successo a Piacenza.

Sorridente e soddisfatto, in una parola: contento. D’Agostino comincia a godersi il dolce sapore dell’alta classifica. E si toglie qualche sassolino: «Il Pontedera ha pareggiato con l’Alessandria, il Piacenza veniva da tre vittorie e un pareggio. Non erano squadre facili da affrontare. Siamo stati bravi a non concedere nulla e anche se abbiamo sofferto talvolta la velocità dei loro attaccanti, abbiamo sempre chiuso bene. Abbiamo provato i calci d’angolo e sono contento per Ivan Merli Sala».

Si può pensare, dunque, ai tre attaccanti anche in trasferta… «Non avendo il play ho optato per le tre punte. Poi ho preferito lasciare Capogna e non Mangni per Marotta perché così potevamo tenere palla. L’episodio riusciamo sempre a crearlo, basta stare sempre così compatti. Sapevamo che il Piacenza non giocava come il Pontedera, ma lasciava qualche spazio e siamo stati bravi a sfruttarlo. Dobbiamo dare continuità di risultati. Non perdere con il Pontedera ci ha aiutati a costruire questa vittoria».

E poi l’esperienza paga sempre: «Senza nulla togliere ai nostri giovani, che sono forti e devono crescere, ma non ci abbassano mai la qualità, è normale che i nostri giocatori più esperti in questo momento della stagione, pesano di più».


© RIPRODUZIONE RISERVATA