Colpo grosso del Lecco a 5  L’italo-venezuelano Palombizio
Adrian Eduardo Sanchez Palombizio (a sinistra con la maglia azzurra)

Colpo grosso del Lecco a 5

L’italo-venezuelano Palombizio

Classe 1998, si è formato nel Belpaese, dove è arrivato a 14 anni

In tasca ha il passaporto tricolore. «Qui mi piace: ho fame di vittorie».

È Adrian Eduardo Sanchez Palombizio il nuovo tassello della rosa che il Lecco Calcio a 5 ha messo a disposizione di mister Pablo Parrilla in vista del prossimo campionato di Serie A2.

Un innesto di grande qualità e, nonostanjte la giovane età, anche di esperienza nella categoria. Sanchez è infatti classe ’98, nativo di Puerto Piritu in Venezuela, ma formato in Italia dove si è trasferito all’età di 14 anni e quindi tesserato come italiano a tutti gli effetti.

«Sono arrivato a Pescara nel 2012 e ho iniziato a giocare a futsal nell’Acqua&Sapone a livello giovanile - racconta il nuovo colpo bluceleste - Poi sono passato al Pescara con cui ho giocato nell’Under 18 prima e nell’Under 21 poi, vincendo anche la Coppa Italia e iniziando a collezionare qualche presenza con la prima squadra di Serie A per due stagioni di fila».

Il campionato 2018/19 vede Adrian impegnato stabilmente tra i “grandi” e le sue qualità emergono immediatamente con i colori del Tombesi Ortona, in A2, società raggiunta a causa dei problemi societari che avevano colpito il Pescara.

«A Ortona - dice - sono riuscito a trovare il mio spazio nonostante fosse la mia prima vera esperienza a tempo pieno in una prima squadra e la stagione è andata molto bene con il secondo posto finale».

L’anno dopo Adrian saluta i teatini e scende in C1: «Dovevo stare vicino alla mia famiglia - dice - e sono andato al Sulmona, squadra in cui ho conosciuto un monumento del futsal come Junior, ma il covid ha fermato tutto a febbraio quando eravamo terzi in classifica».

La scorsa estate, Adrian è tornato a giocare in un campionato nazionale e lo ha fatto con i colori dello Sporting Sala Consilina, nel girone campano di Serie B: «Era una bella squadra - sorride - e infatti ha centrato la promozione in A2 vincendo il campionato. Io però a febbraio mi sono trasferito in A2 all’Orsa Viggiano, in una formazione in lotta per la salvezza e in cui ho contribuito a centrare l’obiettivo».

Con il Lecco inizia ora una nuova avventura da vivere al massimo: «Ho diversi amici al nord e alcuni hanno giocato contro il Lecco anche quest’anno, quindi ho avuto modo di seguirne il campionato - dichiara - Inoltre ho affrontato mister Parrilla da avversario quando era all’Atletico Cassano e quando si è presentata la possibilità di venire a giocare qui non ci ho pensato due volte».

Una stagione in cui Adrian vuole essere protagonista: «L’obiettivo della società è quello di crescere anno dopo anno, io ho una gran fame di vittorie e vengo a Lecco per fare qualcosa di importante».


© RIPRODUZIONE RISERVATA