Piccolo Giro di Lombardia

Ravellino e Marconaga decisive

A causa delle elezioni cambia il finale della gara di domenica. Ventidue squadre al via,la metà delle quali straniere.

Piccolo Giro di Lombardia Ravellino e Marconaga decisive
La corsa sfiora i 170 chilometri e nel finale presenta la parte più impegnativa ed entusiasmante

Il tracciato disegnato dal Velo Club Oggiono presenta in questa stagione alcune novità per qunato concerne il Piccolo Giro di Lombardia. Su tutte, per problemi logistici legati alla concomitanza con le elezioni amministrative, quest’anno si dovrà rinunciare alla salita di Villa Vergano, il cosiddetto strappo dell’Alpino, clou del finale.

Il tratto iniziale propone quattro giri di un circuito attorno alll’Oggionese con quattro passaggi dalla Bevera di Sirtori senza l’ultimo tratto più impegnativo verso Sirtori. Confermato il Ghisallo (dopo 121 km) che probabilmente darà una prima scrematura al gruppo e poi nel finale saranno Ravellino, con la discesa da Colle Brianza, e soprattutto la solita Marconaga di Ello (posta a poco meno di 6 km dall’arrivo) a fare da trampolino di lancio verso il traguardo di Oggiono e a far emergere il talento dei migliori.

Quest’anno cambia anche il luogo di ritrovo e per le operazioni preliminari e la verifica licenze che si svolgeranno domani dalle 8 nella sala consiliare del Comune di Oggiono. Seguirà dalle 10,30 la presentazione di tutte le squadre partecipanti. La partenza ufficiale sarà data in viale Vittoria alle 12.

In totale i concorrenti dovranno percorrere 169,8 km. L’arrivo è previsto intorno alle 16 a Oggiono. Parteciperanno in totale 22 squadre in rappresentanza di 10 diverse nazioni. Gli organizzatori hanno dovuto rinunciare alla presenza di alcuni team stranieri per problematiche legate al Covid e all’ultimo momento è arrivato anche il fortait della Zalf Euromobil Dèsirée Fior.

Il lotto delle squadre al via, comunque, resta di altissimo livello con 11 tra le migliori formazioni del panorama dilettantistico e Continental italiano e 11 squadre straniere tra le più quotate a livello europeo in rappresentanza di Belgio, Francia, Germania, Austria, Slovenia, Svizzera, Gran Bretagna, Olanda e Principato di Monaco.

Ecco l’elenco delle squadre invitate, partendo da quelle italiane: Beltrami Tsa Tre Colli, Biesse Arvedi, Gallina Ecotek Colosio, Named-Uptivo, Sc Valle Seriana-Cene, Iseo Rime Carnovali, Team Qhubeka, Team Colpack Ballan (la squadra del fresco campione del mondo Filippo Baroncini che da subito aveva garantito la sua presenza a Oggiono) , Viris Vigevano, Velo Racing Palazzago, Nazionale italiana Under 23

E ora le straniere: AG2R Citroen U23 Team (Fra), Uc Monaco (Fra), Wibatech Bayern (Ger), Efc-L&R-Vulsteke (Bel), Groupama-FDJ Continental (Fra), Holdsworth-Zappi (Gbr), Ljubljana Gusto Santic (Slo), Lotto Soudal U23 (Bel), Tirol Ktm Cycling Team (Aut), Velo Club Mendrisio (Svi), Wpga Amsterdam Racing Academy (Ola).

© RIPRODUZIONE RISERVATA