Casatese, subito un test severo  Ed è dura anche per l’Olginatese
Oggi il debutto in campionato per la Casatese (Foto by foto Menegazzo)

Casatese, subito un test severo

Ed è dura anche per l’Olginatese

Al via il campionato di calcio di serie D: I biancorossi in trasferta contro la quotata Arconatese, la neopromossa sul campo della Folgore Caratese.

Tutto pronto per il via al nuovo campionato di serie D. Brianza Olginatese e Casatese debuttano questo pomeriggio alle 15 nel girone B, entrambe fuori casa, rispettivamente contro Folgore Caratese e Arconatese.

Girone B, a 20 squadre, che si preannuncia molto combattuto, con le due lecchesi pronte a dire la loro. La Casatese, dopo i playoff raggiunti nella scorsa stagione e la rivoluzione estiva, sembra destinata a lottare nuovamente per le posizioni di vertice, mentre la neopromossa Brianza Olginatese ha dichiarato di puntare alla salvezza in questo ritorno in D dopo due anni di Eccellenza della compagine olginatese, inframezzati dalla fusione con la Brianza Cernusco Merate dell’estate 2020.

«Sarà un girone difficilissimo - spiega Achille Mazzoleni, allenatore della Casatese reduce dal 2° posto nel girone A con la Castellanzese -. Il livello è molto più alto rispetto all’anno scorso e credo ci siano 7 o 8 squadre che possono ambire alla vittoria finale. Speriamo che tra queste ci sia anche la Casatese. Sarà molto bello giocare contro squadre così forti e sicuramente ci si porterà via punti a vicenda con risultati mai scontati».

L’importante sarà partire con il piede giusto, in quel di Busto Garolfo: «L’Arconatese è una squadra che mantiene la stessa guida tecnica da 15 anni. Ha un’ossatura ormai consolidata, ulteriormente rinforzata in estate. È una squadra votata all’attacco che gioca con un 3-4-3 molto temibile, sicuramente un esordio complicato».

Nessun volo pindarico per la Brianza Olginatese, reduce da un buon precampionato, ma eliminata dalla Coppa Italia. «Siamo una neopromossa e il nostro obiettivo primario e conservare la categoria - spiega il capitano Martino Panzetta -. Non sarà facile perché ci sono tante formazioni attrezzate per salire di categoria e di conseguenza la lotta per salvarsi rischia di restringersi a meno squadre. Sono curioso di vedere quali saranno le squadre che si assesteranno a metà classifica».


© RIPRODUZIONE RISERVATA