Canoa, Ripamonti-Dressino

il ricorso per Rio è respinto

Canoa: la Federcanoa sperava nell’ammissione del K4 alle prossime Olimpiadi, ma il Tas a Losanna ha detto no. Ora si lotterà sul campo nei recuperi

Canoa, Ripamonti-Dressino il ricorso per Rio è respinto
Nicola Ripamonti

Il Cas di Losanna ha respinto il ricorso presentato dall’Italia contro la decisione dell’ICF di non assegnare la qualifica per Rio 2016 al K2 1000 italiano di canoa di Giulio Dressino e del lecchese delle Fiamme Gialle Nicola Ripamonti.

Il verdetto arriva a nove giorni di distanza dal dibattimento andato in scena a Losanna, lo scorso 14 marzo, di fronte ai giudici della “Court of Arbitration for Sport”.

«Ci è pervenuta oggi la decisione del Cas che ha respinto sia il nostro ricorso che quello della Gran Bretagna - spiegava ieri il presidente della Federazione Italiana Canoa Kayak Luciano Buonfiglio -. Purtroppo come accade in questi casi le motivazioni saranno rese note solo successivamente. Siamo davvero amareggiati, perché consapevoli che il rifiuto è dipeso all’interpretazione e non dall’applicazione di criteri oggettivi».

E ora? Nulla è perduto per Ripamonti-Dressino che si giocheranno un posto per le Olimpiadi a maggio attraverso i ripescaggi di Duisburg.

Ampio servizio su La Provincia di Lecco in edicola giovedì 24 marzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA