Campionati italiani assoluti  Silvia Scalia centra il bronzo
L’oggionese Silvia Scalia (Foto by foto rosa)

Campionati italiani assoluti

Silvia Scalia centra il bronzo

L’oggionese del Team Lombardia terza nella gara dei 50 stile libero. La Negri è quinta nei 200 farfalla - Brave le giovani Patetta e Pirovano

Si sono chiusi nel tardo pomeriggio di sabato i Campionati Italiani Assoluti individuali di primavera, organizzati allo Stadio del Nuoto di Riccione. La rassegna natatoria, iniziata martedì e che ha visto in acqua nelle diverse specialità 574 atleti in rappresentanza di 141 società, era valida sia per centrare la qualificazione ai prossimi Campionati Europei di Londra del 16/22 maggio che per le Olimpiadi di Rio de Janeiro di questa estate.

Presenti anche sette nuotatori della nostra provincia, con l’oggionese Silvia Scalia, portacolori del Team Lombardia e allenata da Gianni Leoni, unica a salire sul podio.

L’atleta vincitrice a dicembre del tricolore nei 100 dorso, ha conquistato questa volta la medaglia di bronzo sulla distanza dei 50, chiudendo con il secondo miglior tempo nelle qualificazioni nuotate in 28.53, fermando poi il cronometro in finale a 28.51, terza.

Niente medaglie questa volta per la sua compagna di squadra Susanna Negri, allenata da Maurizio Pompele. Per lei il miglior piazzamento è il quinto posto nei 200 farfalla nuotati in finale in 2:12.62. Bravissima anche Ludovica Patetta, classe 2002 tra le più giovani atlete in gara, che fa il suo esordio negli assoluti nuotando i 200 dorso in 2:22.76 con il 26° posto.

Due finali A e una B per Anna Pirovano, classe 2000 della Vittoria Alata di Brescia. Le cose migliori le fa vedere ancora una volta nei misti. Sulla distanza dei 200 metri è sesta nelle qualifiche in 2:18.5 e sesta in finale in 2:16.54. Nei 400 sesto posto finale in 4:48.34 dopo il settimo delle batterie in 4:51.69. Finale B nei 200 rana con il quarto posto parziale in 2:34.07 dopo il 13° generale nelle qualifiche in 2:34.61. Nei 200 sl è invece 29^ in 2:06.28 e nei 400 sl 26^ in 4:23.85.

Servizio su La Provincia di Lecco in edicola domenica 24 aprile


© RIPRODUZIONE RISERVATA