L’Albinoleffe arriva da due sconfitte
Blucelesti ospiti nel nuovo stadio

Domani avversari del Lecco, i bergamaschi in minima crisi. A rischio la punta Manconi.

L’Albinoleffe arriva da due sconfitte Blucelesti ospiti nel nuovo stadio
All’andata la vittoria dei “celesti”

Uno stadio tutto nuovo, tre curiosità e un Albinoleffe in (piccola) crisi: due gare, due sconfitte. Ma prima della stringente attualità tecnico-agonsitica sul campionato attuale dei prossimi avversari del Lecco, una nota di colore. Si giocherà nel nuovissimo stadio della società celeste al centro sportivo di Zanica. Un bellissimo impianto da circa 1.700 posti “di proprietà” (uno dei pochissimi in Italia) gran parte dei quali disposti su una tribuna avveniristica con tutti posti a sedere e sky-box degni della massima serie. Un vero gioiello secondo le ambizioni della rocciosa società di origine valgandinese. Là le cose le fanno bene, così come l’accoglienza mediatica per tifosi ospiti e tesserati blucelesti: sul sito ufficiale dell’Albinoleffe, infatti, una “news” è dedicata alla storia della Calcio Lecco 1912, secondo tre direttrici: la “nascita”; il perché dei colori sociali e il “simbolo”.

Tre argomenti ben documentati e presentati. Poi si passa al campo: l’Albinoleffe è reduce dal secondo ko di fila (l’ultimo in casa della Pro Vercelli: 1-0).

Bergamaschi in crisi di risultati, ma non di gioco. E soprattutto privi della punta di diamante. Da vedere, infatti, se proprio Manconi (24 gare; 13 reti), infortunato due settimane fa a Seregno, potrà essere della partita. Senza di lui l’Albinoleffe in questo campionato ha vinto una sola volta (su otto gare di assenza): proprio nell’andata a Lecco (2-3). Intanto per la (breve) trasferta si attendono non meno di duecento tifosi provenienti dal Lario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA