Difesa a tutto campo
I risultati si vedono

Con De Paola il Lecco ha subito 10 gol in 15 partite, prima nello stesso numero di gare erano stati 23.

Difesa a tutto campo I risultati si vedono
Giudici (ieri ha compiuto 30 anni) e Ganz (28 anni) nella partita vinta con la Pergolettese

La lezione di De Paola è chiara. Chi vuole vincere deve subire poco, quasi niente. L’esempio? Il Sudtirol capolista che ha incassato appena 7 gol in 30 giornate. Così mister Ivan Javorcic sta costruendo il miracolo Sudtirol che ha in assoluto la miglior difesa del calcio professionistico italiano e anche d’Europa. Nei principali campionati europei nessuno ha subìto di meno della formazione allenata dall’ex tecnico della Pro Patria. Un vero e proprio record da Guinness che potrebbe portare alla promozione.

E il Lecco? Non aspira a tanto, ma dieci gol subìti in quindici partite con mister De Paola parlano chiaro in merito alla rimonta in classifica dei blucelesti.

Prima i gol presi da Pissardo erano stati ventitrè nello stesso numero di gare. Se, dunque, prima la media di gol subiti a partita era di un gol e mezzo a partita, ora è diventata di 0,65 gol a partita. Insomma, poco meno di metà delle reti incassate dal Lecco “di prima”. Che, però, è lo stesso, per gran parte della rosa.

Insomma, il “miracolo” Lecco, insieme a quello del Sudtirol è costruito sul caro, vecchio, “difesa e contropiede”, anche se la realtà è ben più complessa. Perché se è vero che il Lecco prende poche reti, è altrettanto chiaro, dati alla mano, che ne fa tanti, di gol: 23. Ventitré segnature in quindici partite, ovvero quasi 1,5 gol a partita. Erano stati, invece, 19 i gol segnati in quindici gare con Zironelli (ovvero 1,2 gol a partita). Insomma, anche in questo senso il Lecco di De Paola è più produttivo.

Ma come? Difendersi bene non vuol dire segnare poco? Proprio così. Tanto che l’attacco bluceleste con 42 gol all’attivo è il quarto del girone A dietro solo al Renate, 50 gol all’attivo, al Padova, 49, e alla Feralpisalò, 46. Il che vuol dire che il Lecco continuasse così potrebbe togliersi la soddisfazione di comparire sul podio delle squadre più “offensive” del girone, pur avendo un’ottima difesa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA