Calcio Lecco e il sogno rimonta

Tignonsini: « vietato sbagliare»

Con 14 gare da giocare nulla è ancora impossibile. La ricetta del difensore «Cattiveria agonistica, cinismo, massima attenzione a badare al sodo»

Calcio Lecco e il sogno rimonta Tignonsini: « vietato sbagliare»
Tignonsini, a destra, si complimenta con il bomber Capogna
(Foto di foto menegazzo)

Da oggi in poi comincia la grande rimonta. Almeno questo è il sogno di tutto l’ambiente bluceleste. Da qui al 10 maggio, in serie D, ci sono 14 partite che il Lecco, sulla carta, deve cercare di vincere tutte se vuole annullare il baratro di nove punti che lo separa dal Castiglione. Un sogno, appunto. Difficilissimo da realizzare. Ma non impossibile.

Stefano Tignonsini, bresciano di Darfo Boario ormai bluceleste adottivo, non ha dubbi: «Adesso arriva il bello. Però dobbiamo fare una partita alla volta. Prima pensiamo al Caravaggio domenica prossima. Arriveremo a questa gara dopo due settimane di sosta previste e da una “in corsa”, e tanta inattività resta sempre un’incognita, però si ha il dovere di fare risultato pieno perché il tempo ormai è passato e dobbiamo regalarci un’altra possibilità».

La realtà è una sola: «Non possiamo più sbagliare. Dobbiamo scendere in campo tutte e 14 le restanti gare avendo l’atteggiamento delle ultime tre vittorie di fila: grande cattiveria agonistica, molto cinismo, massima attenzione a badare al sodo. E poi penseremo alla trasferta di mercoledì a Montichiari».

Ritrovare la “fame di punti” che si era persa a cavallo tra andata e ritorno, ritrovata poi contro Caratese, Inveruno e Sondrio, è fondamentale.

L’intervista su La Provincia di Lecco di martedì 10 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA