Calcio Lecco, Bione a rischio  Allenamenti verso il Lambrone
Spogliatoi del Rigamonti-Ceppi da rifare con gli operai al lavoro (Foto by Fotro Menegazzo)

Calcio Lecco, Bione a rischio

Allenamenti verso il Lambrone

Incontro in Comune fra il sindaco Brivio, l’assessore Gheza, Bizzozero e il segretario Corti. Mancano tempi certi per la rinascita dell’impianto. Intanto proseguono il lavori allo stadio

Il patron Daniele Bizzozero e il segretario amministrativo Ivan Corti si sono incontrati martedì mattina con il primo cittadino Virginio Brivio per meglio definire quale possa essere il futuro del Lecco… a Lecco. Non è un mistero che Bizzozero vorrebbe portare tutte le squadre (dalla prima alle giovanili) al Lambrone di Erba per gli allenamenti di quest’anno, ma, certo, questo sarebbe una sconfitta per la città sportiva, avendo il Bione come struttura cardine delle attività sportive.

«Il sindaco ci ha presentato il nuovo assessore allo Sport Stefano Gheza – spiega Ivan Corti – che ha messo sul tavolo il progetto di riqualificazione del centro sportivo del Bione. Potrebbero esserci interessanti sviluppi riguardo al suo rifacimento, però di date precise non ce ne sono». Come a dire: il Lecco intanto andrà a Erba, poi si vedrà: «Stiamo cercando di ragionare su quanto ci è stato detto. Il problema principale è il Bione. Il progetto è importante e vorrebbero coinvolgerci in questa operazione. Con l’aiuto di tutte le società interessate al Bione, potremmo dare una mano al Comune. Magari prendendo in carico i campi e la loro manutenzione».

Intanto proseguono i lavori di rifacimento degli spogliatoi blucelesti che vedono le ditte incaricate da Bizzozero lavorare alacremente per dare al Lecco lo stadio perfetto già dai primi di agosto, almeno in questo settore. Lavori che non sono una semplice rinfrescata alle pareti, ma un vero e proprio rifacimento in grande stile.

Ampio servizio su La Provincia di Lecco di mercoledì 8 luglio


© RIPRODUZIONE RISERVATA