«Atteggiamento inaccettabile  Basta Playstation, impegnatevi»
Da sinistra, Paolo Gandini e il predecessore Antonio Paternoster

«Atteggiamento inaccettabile

Basta Playstation, impegnatevi»

Basket serie B. Gimar, amaro e rabbioso sfogo del nuovo coach Gandini. «Una squadra imbarazzante, alcuni giocatori cambino o se ne vadano»

Messaggio alla dirigenza del Basket Lecco: sia chiaro che così si retrocede “a piombo”.

Domenica sera - dopo la peggiore esibizione bluceleste nelle ultime stagioni – è arrivata la sconfitta contro una squadra come Ozzano, piena zeppa di dopolavoristi e reduce da cinque sconfitte di seguito. Un 73-79, maturato in circostanze incredibili con giocatori (Brunetti, Di Prampero su tutti, ma anche Marinello) dallo score imbarazzante e altri – come Teghini – autori di un inizio brillante, ma poi scomparsi (misteriosamente) in panchina.

E’ l’ennesimo exploit di uno spogliatoio che – ora è chiaro – aveva fortemente voluto la cacciata di Antonio Paternoster lo scorso gennaio e che ora, fra una protesta plateale e imbarazzate a gara in corso, semi-ammutinamenti ante esonero-Paternoster e una generale mancanza di rispetto per la proprietà e i tifosi, sta scivolando verso la zona playout. Malgrado un potenziale da “top five”. E così – fra una partitella alla playstation e l’altra - il rischio “C” è diventato reale. Sfogo nel post-gara dell’esasperato coach Paolo Gandini.

Tutti i dettagli negli ampi servizi dedicati alla serie B di basket, su “La Provincia di Lecco” in edicola martedì 19 febbraio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA