Federica, un (tes)oro di giavellottista: «Spero di vincere altri titoli importanti»

La diciottenne di Brivio fresca di trionfo ai campionati italiani juniores. «Ho iniziato in prima elementare con la Virtus Calco e da tre anni mi allena mio fratello».

Federica, un (tes)oro di giavellottista: «Spero di vincere altri titoli importanti»
Federica Dozio dell’Atletica Lecco Colombo Costruzioni, 19 anni da compiere il prossimo 22 agosto

Estate ricca di impegni e soddisfazioni per Federica Dozio, classe 2003 dell’Atletica Lecco Colombo Costruzioni, 19 anni da compiere il prossimo 22 agosto e fresca vincitrice del titolo italiano nel giavellotto Juniores. Nella rassegna tricolore riservata alla categoria andata in scena nel fine settimana a Rieti, la giovane lanciatrice di Brivio si è messa al collo l’oro firmando il nuovo primato personale di 46.61.

«Faccio ora più fatica nel peso»

«Speravo di poter salire sul podio perché partivo con il 2° miglior accredito - racconta Dozio - e quando ho visto che la favorita numero uno non è riuscita a raggiungere la finale ho capito che l’oro era vicino, anche perché chi era seconda dietro di me dopo i primi tre lanci aveva già fatto il suo personale ed era oggettivamente difficile che riuscisse a superarmi».

Una vittoria netta e meritata, considerando che le sarebbe bastata la terza miglior misura ottenuta in gara per essere comunque prima. Impegnata anche nel peso, che l’ha vista chiudere in 4a posizione, Federica non è riuscita in questa prova a dare il meglio di sé. «Purtroppo, da un paio di mesi le misure che ottengo nel peso non sono molto soddisfacenti. Succede, a gennaio facevo più fatica nel giavellotto e ora la situazione si è ribaltata». Tra i due attrezzi qual è il preferito? «Sicuramente il giavellotto, lo trovo più divertente del peso che in gara a volte è un po’ noioso».

«Maturata geometra»

La sua passione per l’atletica di fatto una vera e propria compagna di vita: «Ho iniziato in prima elementare con la Virtus Calco e l’allenatrice Rosy Colombo. Come tutti facevo gare di ogni specialità, poi con il passare del tempo mi sono resa conto che le cose migliori venivano nei lanci e da cinque anni mi sono soffermata su quelli, anche se continuo ad allenarmi in tutto».

Cresciuta nella società brianzola, a gennaio è arrivato il passaggio alla Colombo Costruzioni: «Continuo ad allenarmi a Calco e una volta a settimana vado a Lecco per lanciare il giavellotto e infatti ci tengo a ringraziare non solo la mia attuale società, ma anche tutti i compagni di allenamento della Virtus che mi fanno pesare meno la fatica».

Atletica come passione condivisa con il fratello Matteo, classe ’99 e suo attuale allenatore: «Lui gareggia nelle prove multiple e da tre anni mi allena. Abbiamo un ottimo rapporto, infatti usciamo anche insieme la sera ed è bello averlo come allenatore».

Dicevamo di un’estate ricca di impegni per Federica: «Il giorno prima di partecipare agli Italiani Assoluti ho fatto l’esame di maturità geometra e finire il percorso di studi è stata una soddisfazione, anche se sinceramente credo che a livello universitario cambierò strada perché ho fatto uno stage e ho capito che lavorare otto ore al giorno davanti al computer non fa per me». E nell’atletica come si vede da qui in avanti? «Sicuramente voglio continuare a gareggiare. Sono contenta di quanto fatto finora e spero di poter vincere altri titoli importanti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA