Alta Valtellina Experience. Tre giorni di livello mondiale
Dopo l’edizione dell’anno scorso, torna la tre giorni griffata De Gasperi

Alta Valtellina Experience. Tre giorni di livello mondiale

La Skyrunning World Series torna a Livigno e Santa Caterina. Confermata la data delle competizioni: si parte il prossimo 16 giugno

Alta Valtellina Experience sarà nuovamente mondiale. Santa Caterina e Livigno, per il secondo anno consecutivo ospiteranno una tappa di Skyrunning World Series. Con l’apertura ufficiale delle iscrizioni, si alza il sipario sulla tre giorni di corse a fil di cielo griffate Marco De Gasperi. Un progetto nato dal gruppo del Valtellina Wine Trail Asd con il supporto di alcuni ex atleti di spicco dell’Alta Valtellina che contribuirono, nei primi anni 90, alla nascita di questa affascinante specialità che consente ai corridori del cielo di esprimersi al meglio grazie a tracciati tecnici e suggestivi.

La provincia nel cuore delle Alpi sarà quindi nuovamente capitale delle corse in alta quota dal 16 al 18 giugno, con due eventi di risonanza internazionale inseriti nel calendario dello Skyrunner World Series 2017.

Si partirà il pomeriggio del 16 giugno con il Santa Caterina Vertical Kilometer, 3 km scarsi e 1.000 metri di dislivello con pendenze da brivido, in uno scenario incantato nel cuore del Parco Nazionale dello Stelvio. Un Vertical tosto da corrersi a quote elevate, con partenza dal grazioso paesino della Valfurva che ha dato i natali alla grandissima campionessa di sci Deborah Compagnoni, e arrivo sulla cima della Cresta Sobretta. Uno spettacolo per atleti e semplici tifosi. Lo scorso anno l’altoatesino Philip Götsch riuscì nell’impresa di chiudere in meno di 34’ (33’57”) nonostante il finale fosse reso complicato dalla presenza della neve. Tra le donne, si registrò invece l’exploit della campionessa francese Christelle Dewalle.

Domenica 18 sarà la volta di Livigno con la Livigno Skymarathon. La gara d’esordio destò unanimi consensi fra i concorrenti. Un percorso decisamente tecnico di puro skyrunning fatto di creste innevate, pendii strapiombanti, passaggi su catene e corde fisse. Le zone toccate evocano l’asprezza di un territorio naturalmente intatto e frequentato da fauna selvatica che qui trova un habitat unico. Teatro di questa competizione sarà la Val Saliént, la Val Leverone e la Val Federia.

Lo scorso anno il maltempo servì solo a rendere ancora più eroica la cavalcata dei circa trecento concorrenti che si presentarono al via dell’edizione 2016. Sabato 17 al pomeriggio, sempre nel Piccolo Tibet, si svolgerà la Mini Skyrace su percorso ridotto (20 km con 1.100mt dislivello), competizione adatta a tutti coloro che si avvicinano a questo sport outdoor e vogliono provare l’ebbrezza della corsa in quota. In questo caso, si percorrerà la bellissima Val Federia per risalire i pendii che portano alla cima di Carosello 3000, prima della picchiata su Livigno. Fra le novità di quest’anno, la possibilità di iscriversi a tutti e tre gli eventi ad un prezzo speciale, con un format denominato “Gran Sky”, una sfida impossibile a cui sarà dedicata una classifica speciale.

C’è da scommettere che saranno in molti a tentare l’impresa di portare a termine una tre giorni da pelle d’oca. Per iscrizioni e maggiori informazioni: www.altavaltellinaskyrunning.com.


© RIPRODUZIONE RISERVATA