Vaccini a Mandello, la protesta impazza  «Lasciateci il centro»
Petizione e proteste dei sindaci per mantenere il centro di Mandello

Vaccini a Mandello, la protesta impazza

«Lasciateci il centro»

Arrivata a quota 1500 la petizione di Lierna Il sindaco Fasoli: «Vogliamo evitare il rischio concreto che qualcuno rinunci a immunizzarsi per non spostarsi»

Il sindaco Riccardo Fasoli ha preso carta e penna ed ha inviato in Regione una lettera dove chiede, per l’ennesima volta, di attivare a Pra’ Magno il centro massivo per tutta l’area del lago da Colico ad Abbadia, togliendo così 25 mila persone dal Palataurus di Lecco che già è sovra carico di lavoro e non regge più. Ma non solo.

Dirottati a Barzio

Molti i residenti tra Abbadia, Mandello e Lierna, compresi nella fascia d’età tra i 74 e i 70 anni, che sono già stati dirottati su Barzio, con prenotazioni dal 26 aprile in poi.

«I centri di vaccinazione di prossimità allestiti sul territorio sono fondamentali per intercettare quelle persone che piuttosto che spostarsi rinunciano, mentre chi già è motivato e deciso a fare il vaccino percorre anche quaranta chilometri di strada senza problemi - spiega il sindaco Riccardo Fasoli -. Deve essere chiaro a tutti che nessuno di noi sta dicendo di non andare a vaccinarsi, anzi stiamo spingendo affinché tutti aderiscano, però non si può certo nascondere il fatto che ci sono tante persone che piuttosto che spostarsi non si prenotano, e un centro vaccinazioni di prossimità intercetterebbe questa percentuale di cittadini, contribuendo così a diffondere al massimo il vaccino».

Nel frattempo corre la petizione lanciata dal gruppo della minoranza consiliare di Lierna “Vivere Lierna” rappresentato da Marco Mauri e Nunzio Marcelli che ha ampiamente superato le mille firme e si avvicina alle 1.500. La petizione si può sottoscrivere su www.change.org.

Nei prossimi giorni potrebbe arrivare anche una lettera congiunta siglata da tutti gli amministratori del territorio, che verrà indirizzata alla Regione, confidando che faccia un passo indietro e autorizzi il centro di Pra’ Magno inizialmente inserito tra i massivi della provincia di Lecco.

Altri particolari su La Provincia di Lecco in edicola martedì 13 aprile


© RIPRODUZIONE RISERVATA