Tragedia di Colico, la difesa è al lavoro.  «Strada molto buia»
Il luogo dell’investimento vicino alla discoteca Continental a Colico

Tragedia di Colico, la difesa è al lavoro.

«Strada molto buia»

Ieri sera il sopralluogo dei consulenti. L’obiettivo è dimostrare la scarsa visibilità in zona. Oggi l’udienza di convalida nel carcere di Pescarenico

Continuano le indagini per accertare l’esatta dinamica dell’incidente che, nella notte fra sabato e domenica, a pochi passi dalla discoteca Continental di Colico, è costato la vita ad Alessandro Martinalli, 57 anni di Cosio Valtellino.

L’uomo, titolare con la propria famiglia del Crown’s Pub di Rogolo, provincia di Sondrio, attorno alle 4 di notte, mentre percorreva a piedi via al Trivio, è stato investito da un’auto pirata, un’Audi A4 che non si era fermata a prestagli soccorso. Martinalli, che era appena uscito dalla discoteca dopo una festa con i coscritti, è stato rianimato prima da alcuni ragazzi presenti fuori dalla discoteca e poi dai sanitari del 118 e della Croce rossa di Colico. È spirato poco dopo a causa delle gravi ferite riportate nell’impatto.

A guidare l’Audi, Gabriele Balbiani, 22 anni di Bellano. Arrestato dai carabinieri già poche ore più tardi, individuato a Piona attorno alle 8 del mattino ancora a bordo della propria auto, al momento si trova nel carcere di Pescarenico, accusato di omicidio stradale colposo e di fuga.

L’udienza di convalida che si sarebbe dovuta tenere ieri è slittata a quest’oggi per via di un rinvio tecnico richiesto dalla Procura stessa. La convalida si terrà quindi questa mattina direttamente all’interno della casa circondariale.

L’articolo completo sull’edizione di mercoledì 27 ottobre de La Provincia di Lecco


© RIPRODUZIONE RISERVATA