Più spazio a chi già gestisce le spiagge  Lettini e ombrelloni in cambio di pulizia
Chi ha in concessione le spiagge può allargarsi sul terreno demaniale

Più spazio a chi già gestisce le spiagge

Lettini e ombrelloni in cambio di pulizia

Mandello L’autorità di bacino ha concesso agli operatori di allargarsi per un 30% in più

In previsione di un’estate ancora distanziati, possibilità di avere più spazi senza pagare

«Chi ha già un settore di spiaggia in concessione potrà chiedere di allargarsi ulteriormente, fermo restando che però dovrà mantenere pulita e in ordine l’intera zona. Lo spazio in più potrà essere anche concesso gratuitamente a seconda di come verrà gestito. Chi invece non ha concessioni e vuole richiedere un tratto di spiaggia dovrà pagare un canone che va da una decina di euro al metro quadrato in poi, a seconda dell’utilizzo che ne viene fatto».

Tutto pronto

Luigi Lusardi, presidente dell’Autorità di bacino che gestisce le spiagge guarda all’estate imminente come quella dove «ci sarà un ritorno alla normalità con le restrizioni che si stanno allentando per i bar e i ristoranti e di conseguenza anche per le spiagge - prosegue Lusardi -. L’attenzione resterà alta, ma penso che si andrà verso un graduale ritorno alla normalità nei prossimi mesi».

Attenzione però il 70% dell’area in concessione dovrà restare libero a disposizione di tutti mentre sul 30% si potranno offrire servizi quali il noleggio di sdraio. E’ comunque chiaro che esistono talmente tante vie di fuga per andare oltre la percentuale di occupazione della spiaggia che le richieste sono già numerose. Basterà prendere la sdraio in affitto e spostarsi con la stessa in un angolo della spiaggia a scelta, oppure come spesso capita sulla spiaggia non viene preparata in anticipo nessuna sdraio o lettino, ma si affittano in un’apposita postazione e poi ciascuno sceglie dove prendere il sole.

Altri particolari su La Provincia di Lecco in edicola mercoledì 2 giugno


© RIPRODUZIONE RISERVATA