Mandello. Visite mediche: code e attese   Le prenotazioni non funzionano
L’ingresso del poliambulatorio in via degli Alpini

Mandello. Visite mediche: code e attese

Le prenotazioni non funzionano

Disagi e file in strada per accedere alla struttura sanitaria in via degli Alpini

L’Asst spiega che le visite possono durare più del previsto e causare ritardi a catena

Prenotano l’appuntamento ma poi sono costretti a restare fuori, all’aperto sotto un gazebo in via degli Alpini, che quando piove fa acqua, costretti ad attendere in piedi anche per un’ora.

La prenotazione degli appuntamenti al poliambulatorio dell’Asst non funziona. O meglio non viene data la corretta priorità a chi prenota considerato che i servizi vengono erogati anche a chi non ha la prenotazione, e così si accavalla tutto.

C’è chi con appuntamento prenotato alle 9.30 è stato chiamato alle 10.20, e chi per un prelievo del sangue ha atteso anche 45 minuti oltre l’orario fissato.

Negli ultimi quindici giorni è stato un susseguirsi di difficoltà, con anziani costretti a stare fuori dalla porta, nell’area esterna a fronte della strada in piedi in attesa.

Sotto il gazebo non c’è neppure una sedia. A ottobre dello scorso anno si erano sollevate tante polemiche legate al fatto che ogni mattina si creavano code all’esterno. A metà novembre era stata introdotta la formula della prenotazione che però non sta dando risultati.

All’Asst precisano: «Abbiamo messo un gazebo e non possiamo fare altro. Sulle prenotazioni online il problema è che capita che chi ha l’appuntamento precedente impiega più tempo del previsto, e poi i ritardi sono a catena. Faremo delle verifiche».

Il sindaco Riccardo Fasoli chiarisce: «Il problema sta nel fatto che non c’è una suddivisione d’accesso tra chi ha la prenotazione e chi non l’ha, di conseguenza se un cittadino arriva alle 8 e non c’è nessuno entra anche se non ha prenotato, di conseguenza poi si creano ritardi a catena - rimarca il sindaco Fasoli -. Terremo la situazione monitorata e la soluzione sarebbe quella di accedere alle prestazioni solo con prenotazione, questo però potrebbe creare problemi a chi non riesce a prenotare e ha bisogno della prestazione. Chi non si ricorderà di fissare l’appuntamento o magari neppure saprà come farà dovrà arrangiarsi. È una situazione da valutare con molta attenzione».

Lo scorso 16 novembre era partito in via sperimentale l’accesso al punto prelievi del poliambulatorio gestito tramite prenotazione. Il cittadino può prenotare contattando il numero verde 800.638.638 da rete fissa oppure componendo il numero 02.999599 da rete mobile, dal lunedì al sabato dalle 8 alle 20. La prenotazione include sia i prelievi ordinari che i pazienti Tao.

Il problema è che entra anche chi non prenota e a volte pure prima di chi invece ha prenotato proprio per evitare attese.


© RIPRODUZIONE RISERVATA