Mandello, scontro fra due moto   Quattro giovani coinvolti, due gravi
Le due moto incastrate dopo l’incidente

Mandello, scontro fra due moto

Quattro giovani coinvolti, due gravi

L’incidente è avvenuto poco dopo le 20, i ragazzi viaggiavano in corsie opposte Intervenuto l’elisoccorso, venticinquenne trasportata a Varese. Traffico paralizzato per ore

Grave incidente questa sera alle 20.15 lungo la strada provinciale 72 all’altezza della stazione Eni prima del supermercato Iperal.

Coinvolte quattro persone. Due coppie che viaggiavano rispettivamente su una Ducati multistrada e su una Moto Guzzi. Sul posto i carabinieri della locale stazione per raccogliere la dinamica dei fatti, che al momento parlerebbe di uno scontro frontale mentre i due mezzi viaggiavano in direzione opposta. Probabilmente una manovra errata, una curva presa troppo larga e una delle due moto ha travolto l’altra, non è però ancora chiaro quale delle due abbia invaso la corsia opposta. E non è ancora stata stabilita neppure la velocità a cui le due moto viaggiavano.

Importanti conseguenze

Gravi le conseguenze dell’impatto. Sul posto l’ambulanza del Soccorso degli Alpini di Mandello un’altra della San Nicolò di Lecco e una del soccorso bellanese, oltre all’elisoccorso arrivato da Brescia.

Una delle donne coinvolte, 25 anni, è stata trasferita all’ospedale di Varese con l’elicottero ed ha un grave trauma all’addome e all’arto inferiore ed è in codice rosso. La donna sarebbe rimasta schiacciata sotto le due moto.

Il conducente, 26 anni, è stato invece condotto all’ospedale di Lecco in codice giallo con vari traumi,così come la donna di 31 anni in sella all’altra moto. Ha invece riportato un trauma all’arto superiore, in codice giallo, l’altro conducente.

In concomitanza con l’incidente si è bloccata completamente la viabilità in entrambi i sensi di marcia con coda ferma per un paio di chilometri in direzione Lecco, da Varenna verso Mandello. Ed anche sul tratto opposto si è rallentato tutto.

Tutti i particolari su La Provincia di Lecco in edicola lunedì 25 maggio


© RIPRODUZIONE RISERVATA