Mandello, incendio nel magazzino della Cemb. Paura per i dipendenti, subito evacuati
Vigili del fuoco al lavoro ieri mattina

Mandello, incendio nel magazzino della Cemb. Paura per i dipendenti, subito evacuati

L’allarme è stato dato alle 9, da un lavoratore. Oltre due ore per spegnere il rogo. «Potrebbe essere colpa dell’autocombustione del materiale presente, come vernici e diluenti»

Momenti di paura questa mattina all’azienda Cemb di via Risorgimento per un incendio divampato all’interno della “Casa matta” il deposito ampio una trentina di metri quadrati, che si allarga sul lato sud in direzione della ferrovia.

A dare l’allarme attorno alle 9 un dipendete che raggiunto il magazzino per prendere del materiale si è accorto delle fiamme, immediata la chiamata ai vigili del fuoco di Lecco e l’evacuazione dell’azienda. Ci sono volute oltre due ore per domare le fiamme che sono state subito circoscritte mettendo in sicurezza l’area attorno al deposito.

Sul posto i Vigili del fuoco di Lecco, arrivati con tre squadre, i carabinieri e la polizia locale. I dipendenti hanno seguito il protocollo aziendale e si sono diretti nell’area di sicurezza in direzione di via Risorgimento. Il fumo nero che si è sprigionato dal tetto del magazzino ha subito attirato l’attenzione in quanto era ben visibile dagli appartamenti ai piani più alti della zona, ma anche dalla strada provinciale 72. Sulle cause dell’incendio al momento si parlerebbe di autocombustione del materiale, o meglio questa sarebbe la causa più accreditata.

L’articolo completo sull’edizione di venerdì 23 luglio de La Provincia di Lecco


© RIPRODUZIONE RISERVATA