Mandello, i cento anni della scuola

«Qui è dove si insegna la libertà»

Il vescovo Lafranconi e l’assessore regionale Locatelli

alla celebrazione di Santa Giovanna Antida

Mandello, i cento anni della scuola «Qui è dove si insegna la libertà»
MANDELLO - La messa è stata celebrata da monsignor Dante Lafranconi
(Foto di Sandro Menegazzo)

«Educare e contribuire alla formazione personale, aiutando i bambini e i ragazzi a diventare capaci e responsabili. L’obiettivo della scuola è quello di fornire alla società persone in grado di misurarsi con la realtà, dove la libertà è un grande valore. Libertà che non è fare quello che si vuole, ma che è consapevolezza nel prendere le proprie scelte».

Stamattina monsignor Dante Lafranconi, mandellese, vescovo emerito di Cremona, ha celebrato festa dei cento anni della scuola di Santa Giovanna Antida retta dalle religiose della Carità, che lui stesso aveva frequentato.

Presente l’assessore regionale alla famiglia, solidarietà sociale, disabilità e pari opportunità Alessandra Locatelli che ha rimarcato come «le religiose di Santa Giovanna Antida con cuore, coraggio e determinazione hanno portato avanti la scuola in questi cento anni, e non si sono arrese nell’ultimo periodo con la pandemia, ed hanno colto la sfida diventando un valore aggiunto».

L’articolo completo e le altre foto sul giornale in edicola domani, domenica 17 ottobre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA