Mandello, Anas cambia gli orari   «Mezza vittoria, i lavori meglio di notte»
Da lunedì cantiere Anas aperto dalle 10 di mattina

Mandello, Anas cambia gli orari

«Mezza vittoria, i lavori meglio di notte»

Dopo le proteste di sindaci e amministrazione provinciale, intervento del prefetto Dal lunedì al giovedì carreggiata sud ridotta a partire dalle 10 per i lavoratori, ma non soddisfa

Cambiano gli orari del cantiere Anas ma è presto per cantare vittoria e affermare che non ci saranno più code . La prova sul campo sarà martedì mattina, considerato che lunedì, il cantiere come d’abitudine verrà posizionato alle 10, dopo l’orario di punta dalle 7.30 alle 9.30.

Dopo due settimane

Ci sono volute settimane di proteste sollevate dai pendolari, dall’Amministrazione provinciale con il consigliere delegato ai lavori pubblici Mattia Micheli e il presidente Claudio Usuelli, dal sindaco di Mandello Riccardo Fasoli per riuscire a smuovere la situazione. Proteste raccolte dal prefetto Castrese De Rosa che ha contattato Anas chiedendo di attivare una soluzione efficace. Da domani il restringimento lungo la carreggiata nord in direzione Sondrio continuerà ad essere attivo dalle 10 del lunedì alle 14 del venerdì. Tra le 14 del venerdì e le 10 del lunedì il tratto sarà regolarmente percorribile su entrambe le corsie di marcia senza limitazioni. Sempre da domani, e questa è la novità, in direzione sud verso Lecco quella più problematica, è prevista l’attivazione del cantiere con restringimento della carreggiata nella sola fascia oraria diurna dalle 10 alle 20, ovvero due ore dopo di quanto avvenuto finora per permettere ai cittadini di raggiungere il luogo di lavoro. La limitazione sarà in vigore dal lunedì al giovedì compreso. In orario serale e notturno, ovvero dalle 20 alle 10 del giorno successivo e dalle 20 del giovedì alle 10 del lunedì, la carreggiata sarà regolarmente aperta al traffico senza limitazioni.

Per consentire alla Società Terna di eseguire lavori improrogabili sulla linea elettrica, il cantiere sarà sospeso a fine maggio e riattivato giugno, dal 21 giugno al 2 luglio con le stesse modalità. E non il 19 maggio come era stato invece annunciato da Anas.

«Una vittoria a metà - sbotta il sindaco di Mandello Riccardo Fasoli - avevamo chiesto ad Anas di svolgere i lavori solo di notte ma a quanto pare non è possibile contrattualmente in quanto con l’azienda che svolge i lavori Anas ha un contratto che non prevede il cantiere in notturna».

Al mattino meno code

Da subito si era mosso anche il consigliere provinciale Mattia Micheli che rimarca: «Con questa soluzione non dovrebbe più esserci coda al mattino, dopo settimane di disagi. Il lavoro, come avevamo da subito chiesto, doveva essere notturno e soprattutto il cantiere doveva essere organizzato da nord verso sud, sostituendo prima i new-jersey subito dopo la galleria Borbino scendendo verso Lecco e non al contrario come hanno fatto - rimarca Micheli -. Abbiamo fatto un passo avanti e speriamo davvero che i disagi siano ormai alle spalle».

I lavori erano iniziati a febbraio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA