Mandello, Addio a Franco Alippi,   una vita a fianco degli operai
Una bella immagine di Franco Alippi

Mandello, Addio a Franco Alippi,

una vita a fianco degli operai

Nel consiglio di fabbrica della Moto Guzzi, da sempre impegnato

nelle battaglie per i lavoratori e per i più deboli. Si è spento a 80anni

«Una persona umile e allo stesso tempo straordinaria, da lui ho imparato tanto. E’ stato sempre impegnato nel consiglio di fabbrica della Moto Guzzi dove lavorava, e nella Cgil. Legato al Pci seguiva la politica con molto interesse ma senza mai voler fare il protagonista, era molto preparato».

Chicca Zanetti, un passato in Cigl e ora attiva allo SpiCgil in paese, ricorda così Franco Alippi, classe 1940, scomparso in queste ultime ore.

«È il terzo lutto in pochi mesi, prima Pietro Tarelli, poi Aurelio Allievi e ora Franco, un pezzo di storia operaia, sindacale e politica locale che se ne va - aggiunge Lucia Codurelli, ex parlamentare, legata a Mandello dove aveva guidato al sezione del Pci -. Franco Alippi aveva lavorato in Moto Guzzi ed era impegnato nel consiglio di fabbrica».

Era stato uno degli organizzatori delle feste dell’Unità a Prà Magno, quando erano grandi appuntamenti molto seguiti.Negli anni Settanta era stato molto impegnato nelle battaglie per i diritti di chi lavorava in fabbrica, e aveva aiutato tante persone sempre con quel suo modo di fare garbato e cordiale, ma deciso.

«Si è dato sempre molto da fare, lontano dai riflettori, si batteva per i diritti dei più deboli ed era sempre disponibile», ricordano gli amici.

Una persona leale che guardava prima agli altri che a se stesso, e che trovavo il tempo per tutti, per la famiglia, per l’impegno in fabbrica e per quello politico.Lascia i figli Ivo e Gabriele, e Carla che ha condiviso con Franco molti anni della sua vita.n 
P.San.


© RIPRODUZIONE RISERVATA