Mandello, addio a Conato

con “Il Signore delle cime”

Gli alpini hanno voluto salutare il fondatore del Soccorso

con uno dei più struggenti canti di montagna

La parrocchiale del Sacro Cuore gremita per l’ultimo saluto a Luigi Conato, classe 1931, tra i fondatori del Soccorso degli alpini intitolato alla memoria di Gildo Molteni. Quel caro amico con cui aveva messo le basi per realizzare il Soccorso degli alpini, che ormai dal dicembre del 1979, è un punto di riferimento in paese, oltre che per Abbadia e Lierna.

Fuori dalla sede del Soccorso degli alpini, in via degli Alpini, la bandiera italiana a mezz’asta e le ambulanze schierate per salutare il compianto presidente. E come omaggio, durante la cerimonia, è stato intonato il canto alpino “Il Signore delle cime” in ricordo di un uomo che amava la montagna e che era fiero di essere un alpino. E letta la preghiera del volontario.

L’articolo su La Provincia di Lecco del 20 novembre

.

© RIPRODUZIONE RISERVATA