Lago vince su Brianza, primi in vaccini

«Gran lavoro, merito dei volontari»

Mandello, Il centro di Pra Magno ha già raggiunto un migliaio di anziani, l’80% come in Valsassina Il sindaco: «Senza l’aiuto di tutte le associazioni non ci saremmo mai riusciti , gioco di squadra»

Lago vince su Brianza, primi in vaccini «Gran lavoro, merito dei volontari»
L’hub di Pra Magno esempio di efficienza grazie ai volontari

Il centro vaccinazioni di Pra Magno quale modello per il territorio lecchese, con un’organizzazione ineccepibile. Attorno ad un migliaio gli “over 80” vaccinati, e tra un paio di settimane riprenderanno le attività per la dose di richiamo.

Territorio coperto

L’80% degli ultraottantenni di Mandello, Abbadia e Lierna sono ormai vaccinati, e così anche a Varenna, Esino e Perledo con il presidio alla Sacra Famiglia di Perledo. Nel frattempo da mercoledì è partito il centro vaccini di Bellano per l’alto lago e la Valvarrone.

Il territorio da Abbadia a Colico con i suoi tre punti di riferimento ha staccato decisamente la Brianza dove è ancora tutto al rilento e solo ora stanno aprendo alcuni presidi per i vaccini. In Valsassina la situazione è in linea con quella del lago grazie alle vaccinazioni nella sede della Comunità montana.

Dietro questo risultato c’è un esercito di volontari che si sono messi in gioco ed hanno dato la loro disponibilità senza chiedere nulla in cambio.

«Senza di loro non avremmo potuto raggiungere questi risultati - assicura il sindaco Riccardo Fasoli - la polisportiva con il suo presidente Ugo Dell’Era ha aperto la struttura e si è occupata della sanificazione, gli alpini e la protezione civile hanno coordinato gli ingressi e le uscite dei vaccinati facendo rispettare alla perfezione le norme.

I giovani della leva civica hanno svolto le operazioni di aiuto segreteria, abbiamo avuto oltre cinquanta volontari alla settimana che si sono dati da fare e non si sono spaventati nel portare avanti turni di presenza anche di oltre quattro ore».

L’hub di Pra Magno ha fatto scuola ed è già pronto ad accogliere anche le vaccinazioni per le prossime fasce d’età che verranno chiamate, dagli “over 65” ai malati cronici.

Altri particolari su La Provincia di Lecco in edicola venerdì 19 marzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA