«In fuga perchè preso dal panico»
ColicoVia Trivio, la strada in cui nella notte fra sabato e domenica si è verificato l’incidente mortale

«In fuga perchè preso dal panico»

Resta in carcere il giovane di Bellano che ha travolto e ucciso Alessandro Martinalli, 57 anni di Cosio Valtellino

Resta in carcere in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto, che si dovrebbe tenere quest’oggi, il ragazzo 22 anni di Bellano che nella notte fra sabato e domenica ha investito mortalmente Alessandro Martinalli, 57 anni di Cosio Valtellino, senza fermarsi a prestargli soccorso.

Erano le 4 di notte e Martinalli, titolare con la propria famiglia del Crown’s Pub di Rogolo, provincia di Sondrio, era appena uscito dalla discoteca Continental, dove aveva passato la serata.

Secondo quanto raccontato da alcuni testimoni, si era incamminato lungo via del Trivio dirigendosi verso Colico, cioè verso sud, probabilmente per recuperare la propria autovettura, quando un’Audi A4 che stava procedendo nella stessa direzione lo ha investito.

Sempre secondo il racconto di alcuni testimoni, l’auto si sarebbe inizialmente fermata per poi ripartire quasi subito lasciando sull’asfalto il segno di una frenata e un particolare della carrozzeria. L’impatto sarebbe avvenuto con lo spigolo sinistro del muso, quindi dal lato del guidatore.

Il difensore di Balbiani, l’avvocato Fabrizio Consoloni si è recato nel carcere di Pescarenico a parlare con il proprio assistito: «Il ragazzo – spiega il legale - è ancora scosso per l’accaduto ed è pentito. Si è trattato di un incidente avvenuto in una situazione molto complessa, in un luogo che era buio. Il ragazzo si è fatto prendere dal panico nel momento dell’accadimento».

L’articolo completo e gli approfondimenti sul giornale in edicola domani, martedì 26 ottobre.


© RIPRODUZIONE RISERVATA