Il “sì” più romantico è sulla spiaggia  Ad Abbadia ora si può
Ci si potrà sposare nel parco di Chiesa Rotta

Il “sì” più romantico è sulla spiaggia

Ad Abbadia ora si può

Il Consiglio comunale ha approvato il regolamento. Ci si potrà sposare al Parco Guzzi, all’ex ristorante Rosa e anche al Belvedere dei Piani Resinelli, a pagamento

Sposarsi in spiaggia al calar del sole a piedi nudi sul prato o sulla sabbia, oppure sotto le stelle, circondati da parenti e amici con coroncine di fiori tra i capelli, non è più un sogno. Ieri mattina il consiglio comunale ha approvato l nuovo regolamento per i matrimoni civile, che introduce la possibilità di sposarsi in spiaggia, e al Belvedere dei Piani Resinelli. In stile americano.

Diverse opportunità

Ci si potrà giurare eterno amore al parco a lago di Chiesa Rotta, al parco Ulisse Guzzi, sulla spiaggia davanti della Rosa, chi ama la montagna potrà invece optare per il Belvedere ai Piani Resinelli immerso tra il verde e la natura. Resta la possibilità di unirsi in matrimonio anche nell’ufficio del sindaco in Municipio e nella sala civica don Gnocchi in via Nazionale.

«Durante l’estate abbiamo avuto più richieste di sposi che volevano unirsi in matrimonio civile sulla spiaggia, ma non avendo un apposito regolamento abbiamo dovuto dire di no, con dispiacere per loro e perdendo anche delle entrate economiche - spiega il sindaco Roberto Azzoni -. Abbiamo perciò deciso di introdurre la possibilità di sposarsi in alcune aree a lago, al parco di Chiesa Rotta, al parco Ulisse Guzzi, sulla spiaggia davanti all’ex ristorante Rosa, oltre che in montagna al Belvedere ai Piani Resinelli. Gli sposi potranno allestire uno spazio decorandolo a proprie spese e al termine dovranno però lasciare tutto in ordine».

Un business in costante crescita quello dei matrimoni, che permette di incrementare l’economia locale, dai fioristi ai catering, ai ristoranti.

Le tariffe si differenziano per residenti e non residenti, e a seconda degli orari.

I residenti che decidono di sposarsi nell’ufficio del sindaco in Municipio non pagano nulla, i non residenti 100 euro. Chi sceglie la sala civica don Gnocchi ed è residente paga 100 euro, raddoppiati a 200 euro se l’orario è oltre quello canonico d’ufficio. I non residenti pagano 200 euro che lievitano a 300 euro fuori dal normale orario.

Tutta pubblicità

Nei parchi a lago e sulla spiaggia della Rosa chi vive in paese paga 400 euro e 500 in orari non canonici come la sera, i non residenti dovranno 500 euro che diventeranno 600 per orari extra, mentre al Belvedere ai Piani Resinelli i residenti spenderanno 500 euro elevati a 600 per orari diversi da quelli d’ufficio, e la tariffa per i non residenti andrà da 600 a 700 euro.

«La possibilità di sposarsi a bordo spiaggia porterà qualche introito alle casse comunali e allo stesso tempo sarà un modo per farci pubblicità, facendo passare l’immagine del nostro territorio - sottolinea l’assessore Gianluca Rusconi -. Avremo un tamtam mediatico sui social che ci farà conoscere al grande pubblico».


© RIPRODUZIONE RISERVATA