Dervio, l’emergenza non ferma lo spaccio  Denunciati in quattro con droga pesante
Nuova operazione dei carabinieri sul fronte antidroga a Dervio

Dervio, l’emergenza non ferma lo spaccio

Denunciati in quattro con droga pesante

Nuova operazione antidroga dei carabinieri di Colico e della polizia locale

Sequestrate diverse dosi e un’arma bianca. Violate anche le norme anti Covid19

Quattro persone sono state denunciate per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti al termine dell’operazione antidroga condotta in due fasi tra la mattina e il pomeriggio di lunedì a Dervio. Oltretutto i quattro sono stati denunciati come previsto dall’art.650 cp per inosservanza ai provvedimenti previsti dal Decreto del 9 marzo 2020 relativo alle misure di contenimento dell’emergenza sanitaria, ovvero circolavano senza un valido motivo. Protagonisti dell’intervento i carabinieri della stazione di Colico insieme agli agenti di Polizia locale, che hanno sequestrato diverse dosi di sostanza stupefacente, per svariati grammi di droga pesante e, in quantità minore, di hascisc.

Il blitz

Durante l’operazione i militari hanno effettuato una perquisizione domiciliare: oltre allo stupefacente, è stata sequestrata anche un’arma bianca.A darne notizia è stato ieri nel tardo pomeriggio il sindaco di Dervio, Stefano Cassinelli: «Ringrazio le forze dell’ordine per quanto fatto anche in questo frangente, con il grande impegno che le contraddistingue in ogni occasione – ha detto il primo cittadino – È davvero vergognoso che queste persone non interrompano la loro attività delinquenziale nemmeno in un periodo come questo, in cui le stesse forze di polizia dovrebbero occuparsi di ben altro che di questo schifo».

Essendosi svolta in pieno giorno, l’operazione ha messo in allarme molti cittadini di Dervio: ad attirare l’attenzione anche l’arrivo, nel tardo pomeriggio, di un’ambulanza, intervenuta per uno dei poi denunciati che, come ha spiegato lo stesso Cassinelli, durante il fermo, avrebbe simulato un malore.

Il servizio completo su La Provincia di Lecco in edicola mercoledì 1 marzo


© RIPRODUZIONE RISERVATA