Bellano, scritte contro il maresciallo  Trasferito alla stazione di Asso
Bellano - Le scritte avevano imbrattato anche via Cavour

Bellano, scritte contro il maresciallo

Trasferito alla stazione di Asso

Frasi ingiuriose lo accusavano di avere tresche con donne sposate

Si è conclusa con il trasferimento alla stazione di Asso, una delle principali dell’Erbese, la vicenda del maresciallo di Bellano che lo scorso mese di dicembre era stato oggetto di ingiurie e accuse attraverso anonime scritte sul muro apparse in due diversi punti del paese.

Le scritte erano rimaste visibili soltanto poche ore, ma per alcuni giorni a Bellano e non solo, dato che la vicenda aveva assunto una dimensione mediatica nazionale, non si era parlato dall’altro.

Realizzate con bomboletta spray nera, una in via Cavour e l’altra sulla recinzione del cortile della scuola elementare, denunciavano un presunto intrigo amoroso con altre donne impegnate, con i rispettivi mariti pronti a passare alle vie di fatto.

L’articolo completo sul giornale in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA