A Mandello c’è l’Alfio Cup

Weekend di barche e di ricordi

Il grande velista se ne è andato sette anni fa

Da domani il trofeo velico dedicato a lui

A Mandello c’è l’Alfio Cup Weekend di barche e di ricordi
Mandello - Alfio Peraboni con l’assessore regionale allo Sport Antonio Rossi

Mandello

Sono passati sette anni da quando se ne è andato. Ma gli amici e gli appassionati di vela continuano a ricordare il grande campione Alfio Peraboni con infinita nostalgia.

La Lega navale mandellese, propone la sesta edizione di “Alfio Cup”, il trofeo velico dedicato a un campione, a uno sportivo indimenticabile che ha tenuto alto il nome di Mandello nel mondo. È uno degli appuntamenti più attesi e sentiti dell’intera stagione.

La regata ufficiale per tutte le classi è in programma per domani con partenza alle 13, aperta anche alle derive delle classi 420 e 470 con a bordo quei velisti che hanno mosso i primi passi in Optimist sotto lo sguardo affettuoso “dell’Alfione” come lo chiamavano gli amici.

Scomparso nel gennaio del 2011, a soli 56 anni, Alfio Peraboni ha lasciato un vuoto incolmabile nel mondo della vela. Due volte medaglia di bronzo alle Olimpiadi (Mosca 1980 e Los Angeles 1984) e campione del mondo (Vilamoura 1984, ma anche bronzo a Rio De Janeiro 1980) in classe Star, Peraboni ha fatto sognare generazioni di velisti.

Domenica, al termine delle regate e della veleggiata dei croceristi, ci sarà la premiazione con consegna del trofeo al nuovo vincitore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA