Parlasco, cadavere nei boschi   Si pensa a Pio Mainetti
Le ricerche del Soccorso alpino nei giorni seguenti alla scomparsa

Parlasco, cadavere nei boschi

Si pensa a Pio Mainetti

Questa mattina un cercatore di funghi si è imbattuto in un corpo in avanzato stato di decomposizione nella zona sopra l’abitato del paese, più o meno nella stessa area dalla quale l’uomo è sparito il 14 maggio scorso

Un cadavere avanzato stato di decomposizione è stato rinvenuto questa mattina nella zona boschiva sopra l’abitato di Parlasco. Più o meno nella stessa zona in cui Pio Mainetti, 62 anni,residente Perledo, è scomparso lo scorso 14 maggio. Il corpo è stato trovato da un cercatore di funghi che si era avventurato nell’area boschiva. Contattate immediatamente le forze dell’ordine, sul posto sono si sono portati i carabinieri del Comando provinciale. Il fatto che si tratterebbe di un uomo ha fatto subito supporre a Mainetti, che era proprio scomparso a Parlasco.

La salma, in avanzato stato di decomposizione, verrà sottoposta ad autopsia, come ha disposto il magistrato di turno in Procura a Lecco. I familiari di Pio Mainetti sarebbero stati subito contattati per avvisarli del ritrovamento e invitarli al riconoscimento.

Tutti i particolari su “La Provincia di Lecco” in edicola martedì 3 settembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA