Sì al pieno a Livigno:  «È una necessità»
Una delle tante code che si vedevano a Trepalle

Sì al pieno a Livigno:
«È una necessità»

Il via libera in un chiarimento della prefettura di Sondrio

Si può andare a fare la spesa in un altro Comune rispetto a quello in cui si risiede e pure andare a fare rifornimento di carburante a Livigno. La conferma arriva ufficialmente dal prefetto di Sondrio, Salvatore Pasquariello, che ha risposto alle precise richieste formulate in maniera particolare dai sindaci dell’Alta Valtellina.

«L’argomento è stato oggetto di esame nel corso della riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica- spiega il prefetto nella sua comunicazione -. Alla luce delle disposizioni, gli spostamenti sono giustificati in ambito regionale per comprovate ragioni di lavoro, situazioni di necessità, motivi di salute e per incontrare i congiunti. Pertanto, in assenza di limitazioni specifiche agli spostamenti, si è convenuto che possa ricondursi a “situazioni di necessità” anche il recarsi presso altri Comuni per fare la spesa o effettuare rifornimento di carburante». Quest’ultimo aspetto riguarda in particolare proprio la possibilità di fare il pieno di benzina o gasolio a Livigno, area extradoganale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA