Rally di Como bollente

Deciderà il Tricolore WRC

Albertini, Sossella e Fontana in lotta per il titolo nella corsa in programma il 19 e 20 ottobre presentata ieri

Rally di Como bollente Deciderà il Tricolore WRC
Cernobbio presentazione Rally Como
(Foto di selva selva)

Sarà un rally elettrico. Per questioni di classifica. L’edizione numero 37 del Rally di Como, in programma nel fine settimane del 19-20 ottobre, deciderà chi tra Albertini, Sossella e Fontana (pilota di casa) si aggiudicherà il titolo italiano WRC.

A due giorni dalla chiusura dell’elenco, sono 70 gli iscritti al 37° Rally Trofeo Aci Como e 12 al secondo Rally Storico, in programma dal 18 al 20 ottobre prossimi.

Le prove speciali del Triangolo Lariano sono da ripetere due volte. La Nesso-Veleso- Zelbio 1 e 3 di 4.70 km., tutta asfalto, in salita. E’ una prova corta, su un tracciato assai guidato intervallato da tratti veloci e tornanti che interrompono il ritmo. La P.S 2 e 4 del Ghisallo è di 10. 94 km. Parte dalla Madonna del Ghisallo, in salita al Piano Rancio per poi scendere ai Mulini del Perlo di Bellagio.

Decisive, comunque, quelle di sabato 20. La 5-7-9 dell’ Alpe Grande è breve. 8.86 km ma tosta. Parte da Casasco alla fine del bosco e prosegue tutta in salita, con alcuni dossi molto insidiasi. Passata la spettacolare inversione della “Bolla”, l’ultimo chilometro è in leggera discesa. La prova regina rimane la Val Cavargna 6-8 di 29.72 km. ed è sempre quella che decide le sorti del rally. E’ una prova molto tecnica,con cambiamenti di fondo stradale differenti ogni 4/5 chilometri, tra salite, falsi piani e discese. Con una interminabile sequenza di tornanti secchi e ravvicinati, termina all’abitato di Grandola ed Uniti. Il record appartiene a Sossella-Falzone in 20’09”8 con la Ford Fiesta Wrc l’anno scorso.

L’evento è stato presentato ieri alle autorità e alla stampa, nella sala Regina del Grand Hotel Villa d’Este. Il presidente dell’Aci Como, Enrico Gelpi ha salutato le autorità intervenute e i giornalisti, evidenziando che l’organizzazione dell’evento è possibile grazie alla condivisione delle istituzioni territoriali e delle forze dell’ordine ed ha raccomandato il rispetto di tutte le norme di sicurezza da parte del pubblico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA