LECCO, LA RAGAZZA AGGREDITA  «PARALIZZATA DALLA PAURA»
I giardinetti teatro della violenza

LECCO, LA RAGAZZA AGGREDITA

«PARALIZZATA DALLA PAURA»

Parla la giovane vittima di violenza a pochi passi dalla stazione di Lecco

«Ho avuto tanta paura e non sono riuscita a scappare subito. Mi sono salvata solo quando mi sono divincolata e sono riuscita a rispondere al cellulare a mio padre che mi stava cercando, ho chiesto aiuto e quell’uomo mi ha lasciata ed è scappato».

È ancora sotto choc ma sta meglio la ventenne che lunedì pomeriggio, mentre a piedi stava facendo ritorno a casa dalla stazione ferroviaria, è stata presa per un braccio da uno sconosciuto - un italiano tra i 35 e i 40 anni - che l’ha trascinata nei giardinetti vicino all’istituto Bertacchi e le ha usato violenza sessuale.

Momenti terribili, con palpeggiamenti nelle parti intime e tentativi di baciare la giovane, su cui stanno indagando gli agenti della Squadra Mobile di Lecco.
I servizi su “La Provincia di Lecco” in edicola mercoledì 28 febbraio


© RIPRODUZIONE RISERVATA