Sottopasso di Rivabella  la lunga attesa è finita
Il passaggio a livello di via Alla Spiaggia, chiuso da anni, ha tagliato in due il cantiere

Sottopasso di Rivabella

la lunga attesa è finita

Lecco: il passaggio a livello di via Alla Spiaggia è sbarrato da anni dopo l’inaugurazione del cavalcavia - A cura di Rfi, l’intervento costerà circa 1,5 milioni

Il giorno tanto atteso è arrivato: oggi partiranno ufficialmente i lavori per la realizzazione per la realizzazione del sottopasso pedonale di Rivabella, che “ricucirà” finalmente uno dei territori più penalizzati della città a causa della grande incompiuta: ovvero la variante alla Lecco-Bergamo.

La creazione del sovrappasso automobilistico, inaugurato ormai da qualche anno, ha portato alla chiusura del passaggio a livello di via Alla Spiaggia e ha di fatto creato pesanti disagi a chi, spostandosi a piedi, deve raggiungere il lungolago: venuto a mancare il collegamento diretto, è infatti ora necessario raggiungere la pista ciclopedonale realizzata sul cavalcavia.

Ora, però, è giunto finalmente il momento della svolta, dopo anni di attesa.

Il nuovo sottopasso verrà realizzato accanto al vecchio passaggio a livello soppresso su aree principalmente di Rfi, a cui fanno capo i lavori di progettazione, appalto e realizzazione dell’intervento a fronte del protocollo siglato con il Comune di Lecco nel 2017.

«Da allora – ricordano da Palazzo Bovara - il progetto aveva subito un primo rallentamento quando si era reso necessario intervenire sul campo con test e simulazioni di manovra dei mezzi pesanti diretti alle attività produttive localizzate in fondo a via Marinai d’Italia, che avevano portato a un conseguente ridimensionamento progettuale della rampa fronte lago e del suo ingombro».

Uno stop imprevisto era invece arrivato a fine 2018, quando la Sovrintendenza aveva posto un vincolo di interesse culturale sulla casa cantoniera di via Alla Spiaggia.: provvedimento che aveva impedito la demolizione dell’edificio e costretto a riprogettare la rampa di uscita verso la parte alta del quartiere.

Solo a dicembre, quindi, si era giunti all’approvazione del progetto definitivo.

«Il lavoro fatto per arrivare prima all’accordo con Rfi, che ringrazio per la collaborazione di questi anni, poi alle diverse progettazioni e infine all’individuazione delle possibili fonti di finanziamento è stato complesso e molto lungo - spiega l’assessore all’Urbanistica, Gaia Bolognini - Sono soddisfatta di quanto raggiunto, perché quello che all’apparenza risulta essere un semplice sottopasso, è in realtà un’opera pubblica che si è dovuta ritagliare uno spazio ad hoc, in uno fazzoletto ridotto del territorio, con una moltitudine di elementi da considerare e salvaguardare: dagli accessi carrabili alle attività produttive, fino ai sottoservizi. Ringrazio gli abitanti per la collaborazione, il confronto e la tenacia con cui hanno contribuito al raggiungimento del risultato».

Il costo complessivo dell’opera è di 1.424.460 euro. Un milione giunge dal “Patto per la Regione Lombardia”, mentre il resto è stato finanziato dal Comune di Lecco.


© RIPRODUZIONE RISERVATA