Multisala Marconi. incontro in Comune  «L’idea si può realizzare a breve»
Il cinema Marconi è chiuso dal 2010, a breve potrebbe riaprire sotto forma di multisala

Multisala Marconi. incontro in Comune

«L’idea si può realizzare a breve»

Ieri incontro con il titolare Luigi De Pedys Assessore Bolognini: «Aspettiamo che il progetto venga protocollato ma ci sono possibilità che rinasca presto»

La multisala al cinema Marconi? Un sogno che potrebbe diventare presto realtà. La proposta infatti non è affatto un miraggio, anzi, ha tutte le carte in regola per essere realizzata entro un anno.

L’incontro richiesto la settimana scorsa dalla proprietà con il Comune c’è stato ieri pomeriggio nell’ufficio dell’assessore all’urbanistica Gaia Bolognini la quale ha ascoltato con interesse la proposta della società.

«L’idea è percorribile e molto interessante - commenta l’assessore al termine dell’incontro - e tra le tre ipotesi al vaglio di sicuro la più concreta anche se di fatto sono tutte e tre corrette seppur con tempi differenti».

Ma ricavare quattro sale da un edificio già esistente senza altri lavori permetterebbe di ovviare una serie di procedure urbanistiche, come la variante al Pgt ad esempio necessaria per le altre proposte, che necessariamente comportano tempi lunghi.

«In questo caso si tratta di decidere quale sia la soluzione migliore e al momento ne vedo due - aggiunge l’assessore - lo Sportello Unico delle imprese dove presentare il progetto già finito e pronto per essere realizzato oppure la richiesta di manutenzione straordinaria che anche in questo caso evita la procedura urbanistica. In entrambi i casi è possibile trovare una soluzione anche sul nodo dei parcheggi. Valuteremo con il tecnico della società la strada più percorribile».

Ora l’architetto incaricato protocollerà il progetto che oggi il titolare Luigi De Pedys non ha portato con sè, dopodiché si entrerà nel concreto con un nuovo incontro.

Ma l'idea è che si sia ingranata la marcia.

Soddisfatto anche l’anziano titolare della società Imax che si sta muovendo con entusiasmo per riaprire il suo cinema.

«L’incontro è stato interlocutorio ma positivo - dice - ora dovranno parlarsi i tecnici, io la mia posizione l’ho espressa. Oggi non ho portato l’architetto con me perchè mi sembrava una mancanza di rispetto per il Comune, quasi a voler dire è già tutto pronto dovete solo dire sì.

Ora che ne abbiamo discusso procederemo con gli aspetti tecnici e mi auguro che tutto possa concludersi in maniera positiva».

Leggi i particolari su La Provincia in edicola giovedì 27 ottobre


© RIPRODUZIONE RISERVATA