Tutto fermo alle ex Trafilerie Brambilla  La bonifica dell’amianto è un miraggio
Le ex trafilerie Brambilla sono in attesa di essere liberate dall’amianto

Tutto fermo alle ex Trafilerie Brambilla

La bonifica dell’amianto è un miraggio

A Calolzio la minoranza consiliare attacca: «Cinquanta giorni di ritardo sono inaccettabili» - Il sindaco Ghezzi precisa: «Tutto pronto per i lavori, si attende solo l’autorizzazione dell’Ats»

Sono trascorsi quasi due mesi dal termine perentorio indicato nell’ordinanza firmata nell’agosto 2017 dall’ex sindaco Cesare Valsecchi, ma alle ex Trafilerie Brambilla ancora nulla si è mosso in relazione alla bonifica dell’amianto. Cambia Calolzio attacca: «ritardi inaccettabili»; ma il sindaco rileva: «tutto pronto, manca solo l’autorizzazione dell’Ats».

La questione dell’eternit che ancora ricopre diversi capannoni del dismesso insediamento produttivo non è ancora stata risolta. Anzi, continua a tenere banco, considerato il fatto che la messa in sicurezza non è ancora stata avviata. La proprietà ha spiegato di aver avuto difficoltà nell’ottenere la concreta disponibilità degli immobili, a causa delle procedure fallimentari. Ma ha assicurato in Comune l’intenzione di procedere.

L’articolo completo su La Provincia di Lecco in edicola oggi, 16 ottobre


© RIPRODUZIONE RISERVATA