Passeggiata di Olcio, si parte davvero  Tagliaferri: «Cantiere a inizio 2019»
A monte, sulla strada, verrà creato un marciapiedi

Passeggiata di Olcio, si parte davvero

Tagliaferri: «Cantiere a inizio 2019»

Consegnata la documentazione alla Stazione unica appaltante della provincia, la base d’asta sarà di 750 mila euro. L’incarico all’impresa sarà affidato entro fine anno

La passeggiata sul lungolago di Olcio è sempre più vicina. Consegnato venerdì mattina tutto il materiale alla Sua (la stazione unica appaltante dell’Amministrazione provinciale), già da domani i responsabili dell’ufficio di villa Locatelli a Lecco, inizieranno a stilare il bando d’asta per i lavori.

Si andrà a gara partendo da una base di 750 mila euro, chiaramente al ribasso.

Entro fine anno ci sarà l’affidamento e le operazioni partiranno tra gennaio e febbraio, svolte tutte le pratiche burocratiche che per somme oltre i 150 mila euro sono molto farraginose.

Dopo varie vicissitudini (tra queste, le critiche al progetto sollevate dalla Sopraintendenza che aveva chiesto varie modifiche), il progetto ha ottenuto il via libera: si passa dunque alla gara d’appalto, confidando in un ribasso.

Il costo dell’intervento è di 750 mila euro, spesa per metà coperta da un contributo dell’Autorità di bacino, per 300 mila euro da un utile straordinario che il Comune ha incassato da Lario Reti Holding, 50 mila euro dall’avanzo di amministrazione e altri 25 mila euro attraverso risorse di bilancio. Una somma decisamente consistente anche per un Comune di oltre 10 mila abitanti, visti i tempi di bilanci risicati.

Il progetto originale, siglato da Stefano Santambrogio, architetto di Casatenovo, a cui si deve la riqualificazione del lungolago di Malgrate, è stato rivisto e corretto come richiesto dalla Sopraintendenza.

Al centro delle richieste la revisione dei materiali utilizzati, tanto è stata tolta la vetrata prevista all’altezza dei tre cipressi lungo la spiaggia. Verranno inoltre posizionati dei corrimano per camminare in sicurezza lungo le zone più ripide.

Le revisioni progettuali non hanno toccato il costo inizialmente preventivato. «Ci auguriamo comunque di avere un ribasso - dice l’assessore ai lavori pubblici Andrea Tagliaferri - Ad inizio 2019 la passeggiata a lago prenderà il via».

La tabella di marcia per realizzare l’opera verrà stabilita poi con la ditta: si potrebbe cominciare dalla zona a sud in direzione della chiesa di Santa Eufemia, ma anche dallo spazio a nord.

Altra ipotesi potrebbe essere quella di partire invece con la creazione del marciapiedi lungo la strada provinciale.

Anche le tempistiche per la consegna lavori verranno precisate una volta appaltato l’intervento.

Il Comune farà la parte del super visore monitorando costantemente il proseguimento dell’opera.


© RIPRODUZIONE RISERVATA