Bellano e Vendrogno fioriti  Sotto la lente degli ispettori
Bellano - Vengono valutate anche la pulizia e l’ordine - Tiziano Foto

Bellano e Vendrogno fioriti

Sotto la lente degli ispettori

I due paesi puntano a ottenere il Marchio nazionale di qualità

In caso di “promozione”, riceveranno il certificato a novembre in Piemonte

Bellano e Vendrogno hanno ricevuto la visita degli ispettori della Commissione nazionale di verifica per l’ottenimento del “Marchio nazionale di qualità - Comune fiorito”, la certificazione dei paesi che proprio tramite i fiori intendono migliorare il proprio aspetto dal punto di vista ambientale, turistico ed economico.

«È un nuovo passo verso al qualità dell’ambiente – spiega Renzo Marconi, presidente promosso di Asproflor (Associazione produttori florovivaisti, ndr) – che prevede, oltre al criterio centrale sulla qualità del verde e delle fioriture, la valutazione dell’ambiente sostenibile, la pulizia e l’ordine».

L’obiettivo della commissione era quello di verificare l’impegno dei due Comuni per migliorare il quadro di vita quotidiano: sia direttamente, arricchendo e perfezionando la fioritura e gli spazi pubblici comunali, adottando pratiche di rispetto dell’ambiente urbano, risparmiando e riutilizzando le risorse; sia indirettamente stimolando la cittadinanza, i volontari, i commercianti, le imprese per sviluppare e incrementare le fioriture dei giardini, delle case, dei locali pubblici, delle aziende, delle scuole con lo scopo principale di migliorare la qualità della vita attraverso l’educazione ed il rispetto dell’ambiente.

L’Unione di Bellano e Vendrogno si era candidata ed il 10 novembre 2019, in occasione del Meeting nazionale “Comuni fioriti”, evento che si terrà a Pomaretto (Torino), oltre alla concessione del marchio, verrà rilasciato a ogni paese partecipante un report finale di valutazione tecnico-operativa redatto proprio durante la visita ufficiale della commissione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA