Olginate, alta tensione
ai cancelli della Stylepack

Il marito di una dimostrante si è sentito male dopo un diverbio con gli uomini della Polizia locale che stavano rimuovendo uno striscione non autorizzato sulla Provinciale. Continua il presidio dei lavoratori

Olginate, alta tensione ai cancelli della Stylepack

Alta tensione, venerdì a Olginate, davanti ai cancelli della Stylepack, dove da tre settimane continua ininterrottamente, il presidio di un gruppo di lavoratori: chiedono ai vertici dell’azienda di mantenere le promesse, di pagare i soldi della cassa integrazione ordinaria. Soldi che non ricevono da febbraio.
Una situazione di grande tensione complicata da un brutto episodio. Il marito di una delle dipendenti è stato portato via in ambulanza dopo essere stato colto da malore. Pochi minuti prima aveva avuto un diverbio con la Polizia locale che stava rimuovendo uno degli striscioni piazzati sulla Provinciale. "Il marito della nostra collega si è sentito rispondere male. Si è agitato ed è stato colto da malore. Lo hanno portato in ospedale in ambulanza”, dicono i colleghi. Il comando della Polizia locale spiega di "essere intervenuto solo per fare il nostro lavoro. E’ previsto dal codice della strada che su una Provinciale non si possano mettere cartelli, se non autorizzati. Quel cartellone di 2,9 metri alto 1.63 metri era pericoloso, perché impediva una perfetta visuale agli automobilisti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA