Monte Piazzo, scatta l'emergenza
Code, chiusure e monitoraggi

Si è concluso da pochi minuti il vertice in prefettura a Lecco che ha visto presenti Anas, gli esponenti delle forze dell'ordine, dell'amministrazione provinciale, il prefetto e i sindaci dei comuni interessati. Decisa l'applicazione del piano di emergenza che durerà almeno sino a fine mese.

Monte Piazzo, scatta l'emergenza Code, chiusure e monitoraggi
LECCO - Scatta il piano di emergenza per la superstrada36 dopo la chiusura della canna nord della galleria Monte Piazzo, dove Anas ha rilevato delle lesioni che hanno fatto scattare la chiusura fino da venerdì alle 21.

Da questa mattina la super36 è chiusa ad Abbadia per tutto il traffico a causa di incolonnamenti che si sono creati, ma il piano di emergenza prevede come sulla provinciale siano destinati solo i mezzi pesanti, mentre le auto percorreranno la 36 fino a Bellano. Qui è prevista l'uscita obbligatoria con rientro a Piona di Colico.

Per chi invece scende dalla Valtellina dovrà percorrere la 72 fino a Bellano dove potrà far rientro sulla super. Il piano sarà soggetto a monitoraggio, tanto che mercoledì è previsto una prima verifica.

Anas intanto farà di tutto per aprire la canna sud entro fine giugno per garantire il doppio senso di marcia. Di fatto ha assicurato che non ci saranno slittamenti nei lavori nelle gallerie che dovrebbero durare ancora un anno.

In allegato il dettaglio dell'emergenza. Da osservare il capitolo 5.7 e 5.8

© RIPRODUZIONE RISERVATA