Martedì 30 Aprile 2013

Lecco, medaglia a Polverari
La cerimonia in municipio

LECCO - Gliel'ha negata il sindaco Pino Pogliani, gliel'ha offerta in modo offensivo il sindaco Lorenzo Bodega scrivendogli con l'inchiostro verde (come lui non aveva mancato di notare) che, se la voleva, poteva venirsela a prendere in municipio. Adesso Virginio Brivio, primo sindaco dell'era post leghista, dopo avere avere chiesto il permesso ai famigliari, consegnerà la medaglia d'oro al figlio Marco e alla moglie Dora in una cerimonia che si terrà alle 11 di giovedì nella sala consiliare del municipio.

Una sorta di riparazione postuma per Pierluigi Polverari, morto a 67 anni il 10 marzo scorso dopo una dolorosa malattia: il riconoscimento è quello che si conferiva per regolamento a coloro che hanno ricoperto il ruolo di consiglieri comunali per oltre quindici anni (clausola abolita nel nuovo regolamento comunale del 2011).

«Il passato è passato - tiene a precisare il filgio Marco - e non viviamo neppure questo riconoscimento come una riparazione, ma siamo grati al sindaco Brivio che senza avere avuto mai nessun tipo di rapporto con mio padre è venuto trovarlo più volte durante la sua malattia per semplice sensibilità umana».

m.galli

© riproduzione riservata