Giovedì 13 Settembre 2012

Lecco, vigili picchiati
E la gente applaudiva

LECCO - "Applausi, di gente intorno a me", recitava una canzone dei Camaleonti. Ma quelli che ha ricevuto un senegalese mentre, lo scorso 10 agosto, stava picchiando un agente di Polizia Locale non sono piaciuti a nessuno. Né al questore Fabrizio Bocci né al comandante della polizia Locale Franco Morizio. E, tantomeno, all'assessore alla Sicurezza del Comune di Lecco Armando Volonté.
«Il senegalese che ha picchiato il 10 agosto un vigile è stato identificato e lo prenderemo - ha dichiarato Bocci - Ma è stato vergognoso che alcuni cittadini, invece di dare manforte all'operatore delle forze dell'ordine, si siano messi ad applaudire lo straniero responsabile dell'aggressione. Un fatto di una gravità enorme perché non fa che favorire il ripetersi e l'estendersi di queste situazioni che non sono lievi come la gente può pensare».
L'assessore Armando Volonté stigmatizzando gli applausi incitanti il senegalese picchiatore, dice: «La gente pretende tanto in termini di sicurezza a Lecco, ma non capisce quanto le attività dei venditori abusivi nei parcheggi siano contro la legge. Ho sentito tanti cittadini lamentarsi per i nostri interventi, per i sequestri a "poveri diavoli". Ma non si capisce la gravità dei loro comportamenti, sempre più al confine con l'associazione a delinquere».

m.galli

© riproduzione riservata