Stalking in Veneto
Lecchese a processo

Ha denunciato il suo stalker anche per paura che facesse del male a sua figlia. Lunedì mattina ha testimoniato in tribunale a Conegliano Veneto, raccontando di quando il suo ex, un lecchese di 58 anni, le aveva puntato un coltello alla gola

Stalking in Veneto Lecchese a processo
LECCO - Sotto processo in Veneto c'è Giovanni Valsecchi, accusato di stalking (e non solo) dalla ex compagna, una donna di 43 anni che abita a Vittorio Veneto.
I fatti risalgono al 9 ottobre del 2008. In aula, davanti ai giudici, la donna ha raccontato che l'uomo, con il quale aveva ormai rotto da qualche tempo, l'aveva aggredita mentre stava rincasando. L'aveva sorpresa di spalle ed era riuscito a entrare nell'abitazione, dove aveva iniziato a insultarla.
«Quando ho telefonato a un'amica - ha raccontato la donna in tribunale - mi ha puntato le forbici al collo. Non potevo fare niente».
Tra i due c'era stata una relazione che la donna aveva poi troncato, ma Valsecchi non voleva farsene una ragione. Avrebbe quindi iniziato a perseguitare la ex compagna, arrivando addirittura a spacciarsi per il marito per riuscire a raggiungerla mentre era in vacanza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA