Molteno, invasione di crossisti
al consiglio comunale

Almeno trecento appassionati si sono presentati in occasione della risposta data dall'amministrazione comunale all'interrogazione sul futuro della pista del Bordone. Il sindaco rassicura: "L'impianto vivrà". I responsabili dell'impianto: "Abbiamo già ridotto i rumori e li ridurremo ulteriormente"

Molteno, invasione di crossisti al consiglio comunale
MOLTENO Trecento appassionati di motocross hanno presidiato il consiglio comunale del paese in occasione della risposta data dal sindaco Mauro Proserpio all'interpellanza del centrosinistra a proposito della pista del Bordone. Una presenza massiccia e pacifica, che tuttavia ha indotto il primo cittadino ad avvertire tutti i presenti: "Non confondete il nostro garbo cvon la debolezza. E' un errore che non vi conviene fare: gli ultimi che l'hanno commesso siedono all'opposizione e si leccano le ferite". Il sindaco ha anche detto che l'impianto vivrà, nonostante le prese di posizione del centrosinistra e dell'associazione L'Arco di Coroldo che è stata ammonita dal primo cittadino. "Non sono più disposto a tollerare scorrettezze. Se viene meno la sincerità tagliamo i rapporti e tiriamo dritto". Walter Gaiardoni, presidente del Mc Parini e dell'impianto del Bordone, afferma che "Abbiamo già abbattuto i rumori e intendiamo abbatterli ulteriormente con la collina anti rumore per la quale siamo in attesa delle autorizzazioni". I crossisti presenti in municipio esibivano fogli sui quali si poteva leggere: "Trent'anni di manifestazioni, 400 gare disputate, nessun problema di ordine pubblico".

© RIPRODUZIONE RISERVATA