Torneria Colombo di Verderio. Ecco nuovi corsi interni per i giovani

Formazione Al termine della prima edizione, sono stati assunti nove ragazzi come apprendisti. Il titolare spiega: «È un modulo didattico che risponde alle necessità produttive dell’impresa»

Torneria Colombo di Verderio. Ecco nuovi corsi interni per i giovani
La Torneria Automatica Colombo ripropone l’academy
(Foto di Foto archivio)

Dopo il successo della prima edizione, che ha avuto luogo nei mesi scorsi, si è svolto alla Torneria Automatica Alfredo Colombo di Verderio il primo open day dedicato al nuovo percorso di formazione attivato all’Accademia meccanica che ha preso forma ad aprile.

È in quel periodo, infatti, che sono iniziate le lezioni nel capannone che l’azienda brianzola – che proprio nelle scorse settimane ha celebrato i propri primi sessant’anni di vita – ha voluto dedicare proprio a queste attività.

Nove ragazzi sono infatti stati assunti con contratto di apprendistato nel novembre dello scorso anno e, dopo un periodo di formazione teorica svolta all’istituto dei Salesiani a Sesto San Giovanni, sono stati inseriti nell’Academy della Colombo, con l’obiettivo di renderli parte integrante dell’organico aziendale.

Un organico in continua e importante crescita, considerato il fatto che se nel 2020 i dipendenti erano 120, adesso sono saliti a 150, compresa la decina di giovani in formazione. Ad affiancare l’accademia c’è il training center che sorge a poche decine di metri dalla sede centrale della Torneria (affacciata su via Milano)

Come quel percorso formativo, anche quello che sta per partire è incentrato sull’ottenimento – al termine – del certificato di specializzazione tecnica superiore Ifts in “Tecniche di industrializzazione del prodotto e del processo”, «un anno di crescita professionale e personale – ha evidenziato l’azienda - verso il ruolo di tecnico industriale su macchine utensili di ultima generazione. Una strada preferenziale nel passaggio tra mondo della scuola e ambito lavorativo, creato in collaborazione con Cnos-Fap Lombardia e Salesiani Sesto San Giovanni».

In occasione della presentazione dell’Accademia, il titolare Vincenzo Colombo ha chiarito che «abbiamo creato l’academy per due motivi, uno legato a una necessità e l’altro alla nostra visione aziendale. La prima è abbastanza comune alle aziende che vogliono competere e che hanno bisogno di disporre di competenze tecniche adeguate al proprio mercato e business. Queste vanno create e per farlo c’è solo la strada della formazione, condotta da molti, come noi, attraverso tanti corsi ma soprattutto “on the job”, lavorando al fianco di un collega più esperto. Da oggi, questo percorso di crescita sarà più organizzato e strutturato, grazie alla nostra accademia meccanica, dove le attività saranno articolate in tre step: l’insegnamento prettamente teorico delle conoscenze; la dimostrazione pratica di come queste trovano applicazione, sotto la guida di un insegnante; il “fare” in prima persona».

Il corso, che formerà operatori addetti ai torni a fantina mobile Cnc e plurimandrini meccanici, sarà costituito da 340 ore di formazione in aula e altre 540 presso l’Accademia meccanica, con 4 mesi di formazione on the job nei reparti produttivi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA