“Ricomincio da me”
Il ritorno di Ristorexpo

Cultura e imprese del fuoricasa a Lariofiere dal 26 al 29 settembre dopo lo stop per il Covid. Anteprima benefica con gli chef stellati, insieme in cucina per rendere omaggio a medici e infermieri del territorio

“Ricomincio da me” Il ritorno di Ristorexpo
La presentazione della rassegna a Valmadrera

Dal 26 al 29 settembre, Ristorexpo torna a Lariofiere. Dopo la pandemia, anche la celebre rassegna enogastronomica si propone sotto una nuova veste e non poteva essere diversamente. Già il titolo di questa edizione è esplicito: “Ricomincio da me: il nuovo umanesimo enogastronomico”.

Dopo un anno di sosta, Ristorexpo viene riproposta e già questo è un motivo di soddisfazione. «Era importante per tutti noi che Ristorexpo si facesse in questo 2021 – ha precisato Fabio Dadati presidente di Lariofiere – sarebbe stato pericoloso saltare un altro anno e per questo l’abbiamo voluta realizzare in queste date inusuali per la manifestazione. Peraltro, Ristorexpo 2021 ha una particolare valenza in quanto segna la ripresa dell’attività fieristica e, nel contempo, la ripartenza di un settore che vuole tornare ad investire e a crescere. Questo impulso è ben espresso dai nostri espositori che, anche in un’edizione così particolare, hanno scelto di essere presenti e di riporre la loro fiducia nella manifestazione. Sarà l’occasione per fare il punto su un settore che ha bisogno di grande attenzione».

La manifestazione avrà una serata di anteprima sabato 25 settembre dal titolo “Le stelle di Como”. È stata ideata per rendere omaggio e ringraziare medici, infermieri e operatori sanitari che nei mesi più difficili della pandemia hanno lavorato in prima linea nei reparti Covid. Confcommercio Como ha chiamato a sé gli chef stellati della provincia che, eccezionalmente insieme, realizzeranno il menù della serata. «Dopo la pandemia – ha spiegato Giovanni Ciceri, ideatore e curatore della mostra – era necessario ripartire da noi stessi. L’inusuale condizione di isolamento vissuta soprattutto durante il primo lockdown, ha portato molti di noi ad una profonda riflessione individuale, alla ricerca di una chiave per interpretare la realtà circostante e costruire un progetto di ripartenza. Era indispensabile rifarsi a nuovi valori condivisi che facessero parte di un progetto basato sulla sostenibilità sociale e ambientale, la solidarietà e la sussidiarietà. Da qui nasce il concetto dell’umanesimo nell’enogastronomia e in tutte le sue molteplici declinazioni nei campi, nei vigneti, negli allevamenti, nei boschi, nei laghi, in cucina e quindi in tavola».

Ristorexpo parte ufficialmente domenica 26 settembre, con la cerimonia di inaugurazione, durante la quale verrà conferito il premio alla carriera Ristorexpo 2021 allo chef Claudio Sadler. A seguire, si svolgerà la tavola rotonda, che dà il nome all’evento, “Ricomincio da me: il nuovo umanesimo enogastronomico” con Giovanni Ciceri, ideatore e curatore di Ristorexpo, i giornalisti Giacomo Mojoli e Anna Morelli, gli chef Claudio Sadler e Herbert Hintner, A condurre la tavola rotonda la coppia Fede e Tinto (Federico Quaranta e Nicola Prudente), conduttori televisivi e radiofonici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA