In Confindustria si presenta
il piano industriale <Riello>

Incontro tra la direzione della <Riello> e i sindacati dei metalmeccanici sul piano industriale che il gruppo intende realizzare nella fabbrica lecchese di via Risorgimento e in quella di Morbegno

In Confindustria si presenta il piano industriale <Riello>
Si svela il futuro della Riello. I dirigenti della Riello Caldaie illustreranno ai sindacati e alle Rsu delle aziende che si occupano della divisione caldaie - costituita dallo stabilimento di via Risorgimento a Lecco, che occupa 330 persone, e dallo stabilimento di Morbegno che occupa poco più di duecento addetti - il piano industriale, realizzato tenendo conto delle difficoltà che sta affrontando il settore.
Come già annunciato dall’azienda alcune settimane fa, ci sarebbe un esubero di manodopera a Lecco, dovuto al calo produttivo, che è stato provocato dal cambio sfavorevole euro-dollaro, dall’aumento del costo delle materie prime e da una diminuzione delle vendite dovuta alle nuove richieste del mercato, rivolte a prodotti ecologici, in linea con le normative europee. I lavoratori, che in questi giorni hanno dato vita ad una serie di azioni di protesta (tra le quali anche un presidio del mercato della Piccola) hanno continuato in questi giorni a lavorare nello stabilimento di via Risorgimento, ma la tensione è molto alta. Infatti secondo le prime indiscrezioni, e le voci che si starebbero diffondendo tra le maestranze, l’intenzione dell’azienda potrebbe essere quella di smantellare l’intera produzione di Lecco, che occupa 130 dipendenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA